Ior, utili in forte calo e 5mila conti chiusi

Pubblicati i bilanci della "Banca vaticana". Il nuovo direttore generale Mammì: "Posso dire con certezza che oggi l’istituto è assolutamente pulito"

Si chiude con 16 milioni di euro di utili il bilancio dello Ior (Istituto per le opere di religione) per il 2015, in forte calo rispetto ai 69,3 milioni del 2014, e un capitale netto di 654 milioni di euro invariato rispetto all’anno prima. È quanto emerge dal rapporto della banca vaticana presentato a Roma.

“Non direi che non sia stato redditizio – ha affermato il direttore generale dello Ior, Gian Franco Mammì – Posso dire con certezza che oggi lo Ior è assolutamente pulito, se dobbiamo utilizzare questo termine. E’ stata fatta una grande attività di riordino di tutta la clientela, sulla base di una regolamentazione oggi molto precisa”. Sono stati infatti chiusi 4.935 conti tra giugno 2013 e dicembre 2015 “a completamento del profondo processo di risanamento del passato” richiesto da Papa Francesco.

I CONTI DORMIENTI – “La chiusura dei conti è avvenuta prevalentemente perchè non rientravano più nelle nuove categorizzazioni dei clienti, o perché si trattava di conti ‘dormienti’ ovvero inattivi da decine di anni. O, ancora, perché erano di importi modesti” spiega Mammì. Insomma: non è vero che quelli chiusi fossero “tutti conti sospetti ai fini della normativa antiriciclaggio” e comunque “le posizioni sospette sono state tutte denunciate alle autorità competenti” e congelate in attesa “degli accertamenti”.

IL VATICANO HA BISOGNO DI UNA BANCA – “Il Vaticano è uno Stato sovrano ha una sua economia e perciò ha bisogno di un’istituzione che consenta il trasferimento dei pagamenti e che permetta ai differenti agenti economici di operare. Questo è il ruolo primario dello Ior” spiega Jean-Baptiste De Franssu. Inoltre, lo Ior aiuta le congregazioni, le istituzioni e le diocesi a “gestire i propri asset” e “i propri soldi”. Quindi, ha ribadito, due principali attività: pagamenti e servizi gestionali che permettono ai diversi elementi della economia del Vaticano di funzionare.

Leggi anche:
Vaticano: aperti gli archivi sulla dittatura argentina
Vatileaks: spunta lo Ior tra i documenti segreti

Ior, utili in forte calo e 5mila conti chiusi
Ior, utili in forte calo e 5mila conti chiusi