ING, addio contanti. Dal 1 luglio niente più sportelli bancomat

La banca olandese chiuderà tutti gli sportelli bancomat in Italia. Un modo per forzare l’addio al contante.

La riduzione della circolazione del denaro contante è uno dei temi forti della politica monetaria e fiscale in Europa e non solo. In questo paradigma si inserisce anche la scelta della banca olandese ING Direct – che vanta circa 1,3 milioni di clienti in Italia – pronta a chiudere dal 1° luglio tutti gli sportelli bancomat per il prelievo di contante sul territorio italiano.

“Il nostro obiettivo è evolvere verso un sistema sempre più cashless e mobile first. Che è un progetto coerente con le richieste della nostra clientela“. Queste le parole a riguardo di Alessio Miranda, manager di Ing Italia.

Chiusura filiali

Ma la rivoluzione di ING non si limiterà ai bancomat: anche diverse filiali verranno chiuse (qui in dettaglio le chiusure previste). In Italia saranno oggetto di chiusura le filiali presenti nelle città di: Trieste, Mestre, Vicenza, Genova, Cagliari, Firenze, Catania, Bergamo, Verona e Monza. Tra filiali e Arancio Store, le strutture passeranno complessivamente da 30 a 23.

Prelievo tramite altre banche

Per il momento  la banca ha comunicato via email ai clienti che sarà ancora possibile prelevare, ma rivolgendosi agli sportelli di altre banche (con l’aggiunta del costo di eventuali commissioni), mentre per il versamento degli assegni sarà necessario l’invio della documentazione.

Comunicazioni

La banca ING ha attivato anche dei canali di comunicazione. Per eventuali problematiche è a disposizione il seguente contatto telefonico: 02.89.66.59.87. In presenza di malfunzionamenti del sito, oppure dell’app è attivo il numero 800.71.71.73 (raggiungibile da rete fissa); per la rete mobile o estero è attivo il numero 02.999.67.89.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ING, addio contanti. Dal 1 luglio niente più sportelli bancomat