Indennità Covid: bonus 800 e 1.600 ampliati nel Sostegni bis

Il decreto Sostegni bis proroga le indennità già concesse dai precedenti decreti emergenziali ed estende il riconoscimento a nuove categorie di beneficiari.

L’approvazione del decreto Sostegni bis, presentato la scorsa settimana dallo stesso presidente del Consiglio Draghi insieme ai ministri competenti (Orlando per il Lavoro, Franco per l’Economia), proroga le indennità già concesse dai precedenti decreti emergenziali ed estende il riconoscimento a nuove categorie di beneficiari.

Una indennità onnicomprensiva di 1.600 euro verrà riconosciuta a:

  • stagionali e lavoratori in somministrazione,
  • lavoratori a termine,
  • lavoratori intermittenti,
  • autonomi occasionali,
  • lavoratori dello spettacolo
  • Incaricati alle vendite a domicilio

Una tantum per i collaboratori, pari a 1.600 euro, 1.070 euro e 540 euro in base al reddito percepito nel 2019.

E infine, 800 euro agli operai agricoli a tempo determinato e 950 euro per i pescatori.

oltre a tutti coloro già destinatari delle precedenti somme previste dall’articolo 10 del dl 41/2021, che prevedibilmente riceveranno i nuovi 1600 euro automaticamente, la nuova somma spetta anche alle stesse categorie di lavoratori, dipendenti e autonomi, che hanno perso involontariamente il lavoro fra il primo gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del nuovo provvedimento, (che avverrà nei prossimi giorni con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Indennità Covid: bonus 800 e 1.600 ampliati nel Sostegni bis