Tutti gli incentivi per l’acquisto di una nuova auto

Vediamo come funzionano i bonus auto in vigore e che cosa prevede la Legge

A partire dalla Legge di Bilancio 2019 si è parlato molto di incentivi auto, nati come forma di agevolazione per chi deve acquistare una vettura nuova, per spingere il mercato automobilistico e ridurre le emissioni di CO2, svecchiando al contempo i veicoli in circolazione. I risultati sono stati positivi al punto da indurre una grande fetta della popolazione ad usufruirne nel momento della scelta e dell’acquisto di una nuova auto.

Successivamente, la Legge di Bilancio 2020 ha aumentato i contributi statali già previsti per l’acquisto di auto elettriche ed ibride plug-in, con emissioni di CO2 fino a 60 g/km, nel periodo compreso tra l’1 gennaio e il 31 dicembre 2021. Nel corso dell’anno, gli incentivi sono stati ampliati andando a comprendere anche le auto con emissioni tra 61 e 135 g/Km di CO2. Infine, il 15 ottobre 2021, il Decreto Fiscale ha approvato il rifinanziamento degli incentivi auto per ulteriori 100 milioni.

Incentivi auto, cosa sono e come funzionano

Introdotti dalla Legge di Bilancio 2019, gli incentivi auto sono stati rafforzati per l’anno 2021, con l’approvazione – da parte della commissione Bilancio della Camera – del rifinanziamento di nuovi fondi pari a 350 milioni di euro, inseriti nel decreto Sostegni bis.

Gli incentivi avevano e hanno come obiettivo la rottamazione di vecchie automobili inquinanti, in favore di auto elettriche, ibride o di nuova generazione. L’Ecobonus di 6.000 euro, per le richieste inserite tra l’1 gennaio e il 30 giugno 2021, era inizialmente prenotabile fino al 31 dicembre 2021. Ora, grazie al Decreto Infrastrutture, potrà essere prenotato fino al 30 giugno 2022 per le richieste inserite tra l’1 luglio e il 31 dicembre 2021.

Gli incentivi per le auto usate

Chi desiderava accedere agli incentivi validi fino al 31 dicembre 2021 per acquistare un’auto usata, doveva rottamare una vettura immatricolata prima del gennaio 2011 o con oltre dieci anni di immatricolazione. Tale auto doveva essere intestata a lui stesso, oppure ad un suo familiare convivente risultante da stato di famiglia da almeno 12 mesi. L’incentivo statale previsto era di 2.000 euro sul prezzo d’acquisto per le auto della fascia 0-60 g/km CO2, di 1.000 euro per le auto della fascia 61-90 g/km CO2 e di 750 euro per le auto della fascia 91-160 g/km CO2.

Gli incentivi per le auto nuove

Gli incentivi maggiori, tuttavia, li otteneva qui acquistava un’auto nuova:

  • 000 euro di Ecobonus + 1.000 euro di extrabonus per chi acquistava un veicolo nuovo con emissioni pari a 0-20 g/Km CO2, senza rottamazione;
  • 000 euro di Ecobonus + 2.000 euro di extrabonus per chi acquistava un veicolo nuovo con emissioni pari a 0-20 g/Km CO2, con auto da rottamare;
  • 500 euro di Ecobonus + 1.000 euro di extrabonus per chi acquistava un’automobile con emissioni pari a 21-60 g/km CO2 senza rottamazione;
  • 500 euro di Ecobonus + 2.000 euro di extrabonus per chi acquistava un’automobile con emissioni pari a 21-60 g/km CO2 con auto da rottamare;
  • 500 euro per chi acquistava un’auto nuova con emissioni pari a 61-135 g/Km CO2, con un’auto da rottamare.

Incentivi auto, l’ecotassa per le vetture inquinanti

Non solo incentivi: per disincentivare l’acquisto di vetture inquinanti, il Governo ha previsto un’ecotassa da pagare una tantum per l’acquisto di vetture inquinanti. Da gennaio 2021 al 31 dicembre 2021, chi acquistava un veicolo rientrante in specifiche categorie era dunque chiamato a pagare una tassa specifica:

  • 100 euro per auto con emissioni tra 191-210 g/km CO2;
  • 600 euro per auto con emissioni tra 211-240 g/km CO2;
  • 000 euro per auto con emissioni tra 241-290 g/km CO2;
  • 500 euro per auto con emissioni oltre 290 g/km.

Il bonus auto ibride ed elettriche

In forte espansione, il mercato delle auto ibride rappresenta sempre più il futuro, insieme a quello delle auto elettriche. Per questo motivo sono stati previsti incentivi dedicati a chi sceglieva di acquistare un’auto elettrica o ibrida di ultima generazione.

In caso di auto ibride, per poter usufruire del bonus, il veicolo doveva rientrare nella fascia di emissioni tra 21 e 60 g/Km di CO2. In caso di rottamazione l’incentivo era pari a 6.500 euro, 3.500 euro senza rottamazione.

In caso invece di auto elettriche, lo sconto applicato sul prezzo di listino era pari a 10.000 euro con rottamazione e di 6.500 euro senza rottamazione.

I bonus auto regionali

Oltre a poter usufruire degli incentivi auto previsti dallo Stato, chi nel 2021 ha acquistato un’automobile a basse emissioni ha potuto usufruire anche degli incentivi regionali.

Per l’anno 2021, la regione Lombardia ha previsto dai 2.000 agli 8.000 euro di bonus nelle differenti categorie di emissione. La Regione Lazio ha stanziato 1 milione di euro per incentivi che vanno da 1.000 fino ad un massimo di 3.500 euro. Infine, la Regione Veneto, prevedeva un bonus minimo di 3.500 euro che poteva salire ad un massimo di 8.000 euro a seconda della classe di appartenenza del veicolo scelto.

Incentivi auto 2022: cosa succederà?

Come saranno gli incentivi auto nel 2022?

Ad oggi, sembra difficile che la Legge di Bilancio 2022 preveda nuovi incentivi per l’acquisto di auto e veicoli elettrici. Il testo non contiene infatti nessun accenno ad un eventuale rifinanziamento dell’Ecobonus. Tuttavia, le discussioni non sono ancora chiuse. E, una delle ultime aggiunte, riguarda proprio lo stanziamento di fondi a sostegno degli operatori economici del settore dell’automobile gravemente colpiti dalla pandemia. Il fondo stanzia 150 milioni di euro per il 2022 che saranno destinati alle concessionarie, agli operatori del settore dell’automobile, del turismo e dello spettacolo. Se il fondo sarà definitivo, i criteri per l’assegnazione del bonus ai rivenditori verranno stabiliti con un successivo decreto, entro febbraio 2022.

Per quanto riguarda i bonus dedicati alle auto non inquinanti nuove e usate, il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, ha promesso incentivi stabili nei prossimi anni.