In Lombardia il Black Friday è legge: i saldi partiranno a novembre

Lo ha deciso il Consiglio Regionale con 52 voti favorevoli. Contrario il M5S.

Da qualche anno anche in Italia si usa ‘celebrare’ il Black Friday (il venerdì nero), il giorno in cui si dà ufficialmente inizio alla stagione dello shopping natalizio attraverso l’applicazione di sconti da parte dei negozi.

Si tratta di un’usanza commerciale mutuata dagli Stati Uniti, dove il Black Friday coincide con il giorno successivo al Ringraziamento, la festa di origine cristiana che si osserva in segno di gratitudine verso Dio per il raccolto e per quanto ricevuto durante l’anno trascorso.

Una consuetudine che in Lombardia è stata ufficializzata attraverso una legge apposita, votata dal Consiglio della Regione con 52 voti a favore e 9 contrari, tutti del Movimento Cinque Stelle.

Il perché di questa decisione, come spiegato dal relatore della legge, Pietro Foroni della Lega Nord, sta nelle “richieste dei commercianti e delle associazioni di categoria” e, quindi, la Regione Lombardia ha deciso di “tutelare il commercio di vicinato dalla concorrenza, spesso sleale, delle multinazionali dell’e-commerce, un settore questo che dovrà necessariamente essere al centro di una futura riflessione legislativa”.

Apprezzamento favorevole, e non poteva essere altrimenti, anche da parte di Renato Borghi, presidente di FederModaMilano e Federazione Moda Italia: “la norma precedente vietava le vendite promozionali dal 25 novembre e, per il Black Friday, metteva i dettaglianti moda in difficoltà rispetto a catene e grandi gruppi che, con un rischio basso di sanzioni non efficaci come deterrente, tappezzavano siti e vetrine di sconti”.

Come scritto poco su, però, la legge ha avuto il voto negativo dal Movimento Cinque Stelle perché “non rilancerà il piccolo commercio, che non può sostenere la concorrenza della grande distribuzione”, ha detto il consigliere regionale Dario Violi a MilanoToday.it.

“È una legge che – ha aggiunto – lancia un messaggio culturale sbagliato tra bisogni indotti, caccia agli affari che spesso non si dimostrano tali e code di notte fuori dai negozi. È chiaro che il settore deve essere regolamentato anche per equilibrare le vendite online e quelle al dettaglio. Questa legge, però, finisce per scontentare tutti”.

Come sempre accade nel commercio, però, saranno i consumatori che dimostreranno se la maggioranza del Consiglio Regionale della Lombardia avrà avuto ragione o meno di rendere ufficiale il Black Friday.

In Lombardia il Black Friday è legge: i saldi partiranno a novem...