Giù import ed export, la ripresa sembra lontana

Sono i dati peggiori dal 1970, l'Italia appare inerte

Crollano import ed export e, con loro, anche la ripresa si allontana.
Lo comunica l’Istat, aggiungendo che si tratta dei peggiori dati sui flussi commerciali dal 1970, ovvero da quando esistono le serie storiche.
L’immagine è quella di un Paese asfittico, contratto su se stesso, che segue passivamente la congiuntura internazionale.

Nel 2009, le esportazioni italiane sono infatti crollate del 20,7% e le importazioni del 22%, rispetto al 2008.
Il saldo commerciale è stato quindi negativo per 4.109 milioni di euro, con una netta riduzione del passivo di 11.478 milioni rilevato nell’anno precedente. Considerando il mese di dicembre 2009 rispetto allo stesso mese del 2008, le esportazioni sono diminuite dell’1,9% e le importazioni del 3%.

Dato che le importazioni sono calate più delle esportazioni, secondo l’Istituto di Statistica c’è una piccola “ripresa”.
Su base tendenziale il saldo commerciale è infatti risultato negativo per 123 milioni di euro, meno dei 415 milioni di euro dello stesso mese del 2008.
Ma negli ultimi tre mesi, a confronto con il trimestre precedente, i dati mostrano una flessione dello 0,2% per le esportazioni e una crescita del 2,4% per le importazioni.

Analizzando i diversi settori, nel 2009 si registra un calo delle esportazioni in tutti i raggruppamenti, soprattutto in quello energetico.
Riduzioni generalizzate anche nell’import, soprattutto per energia, prodotti intermedi e beni strumentali.
Per quanto riguarda i combustibili, nel 2009 il petrolio greggio rappresentava l’8,2% delle importazioni (il 10,6% nel 2008), mentre l’importazione di gas naturale pesava per il 5,9% (il 6% nel 2008).

Che il comparto energia sia la voce che incide di più sul passivo italiano è confermato dal fatto che nel 2009 il saldo della bilancia commerciale al netto di petrolio greggio e gas naturale sarebbe positivo per 36,7 miliardi di euro; comunque in diminuzione rispetto all’attivo di 49,9 miliardi di euro registrato nell’anno precedente.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giù import ed export, la ripresa sembra lontana