Il salvataggio delle banche venete fa schizzare il debito pubblico. Eurostat rivede previsioni

Secondo Eurostat l'impatto sul deficit delle operazioni Veneto Banca e Popolare di Vicenza è stato di 4,7 miliardi sul deficit e 11,2 miliardi sul debito. E ora cambiano le previsioni

Sono passate poche settimane da quando il governo uscente a guida Paolo Gentiloni rivendicava il calo del debito/pil rispetto al 2016. La doccia gelata è arrivata dall’Eurostat, il cui verdetto (atteso dall’Istat per ricalcolare domani i valori delle due grandezze rispetto al Pil 2017) recita che l’impatto sul deficit delle operazioni Veneto Banca e Popolare di Vicenza è stato di 4,7 miliardi sul deficit (pari all’intervento di cassa a favore di Intesa Sanpaolo) e 11,2 miliardi sul debito (includendo le garanzie).

Oggi Istat rivedrà di conseguenza i valori delle due grandezze rispetto al pil 2017. Il rapporto deficit/Pil inizialmente stimato all’1,9% dovrebbe a sua volta salire raggiungendo o superando il 2,1% stimato dal governo nella Nota al Def di settembre.

Leggi anche:
Aumento Iva al 25% nel 2019 sempre più probabile
Aumento IVA al 25%? Ecco quanto ci verrebbe a costare
Tutto sull’IVA
Fisco: nuovi controlli sui professionisti nel 2018
Tari 2018: i chiarimenti del Ministero
Fattura elettronica tra privati obbligatoria dal 2019. Ma è già caos
Il Concordato dei piccoli, l’alternativa vantaggiosa alla rottamazione
Irpef, che salasso per gli autonomi! Versano più di dipendenti e pensionati
Detrazione IVA e deducibilità dei costi auto 2018

Il salvataggio delle banche venete fa schizzare il debito pubblico. Eu...