Il caso: Lazio truffata per 2 milioni da un hacker per De Vrij

La Lazio ha subito una truffa e l’autore sarebbe stato un hacker che, nel 2014, ha inviato un codice IBAN sbagliato alla società biancoceleste per intascare i 2 milioni dell’ultima rata di De Vrij

A metà strada fra lo spionaggio classico ed il moderno hackeraggio informatico, la Lazio si è trovata in una situazione curiosa: il club capitolino ha infatti subìto una truffa da 2 milioni di euro, e l’autore sarebbe stato un hacker che, nel 2014, ha inviato un codice IBAN sbagliato alla società biancoceleste per intascare i 2 milioni dell’ultima rata di De Vrij, difensore centrale all’epoca acquistato dal Feyenoord. A riportarlo è l’edizione odierna de Il Tempo.

La somma sarebbe spettata al club olandese, ma che non è mai arrivata a destinazione: i soldi sono stati dirottati, motivo per cui è stata aperta un’indagine. La Procura sta ancora lavorando: i soldi sono stati inviati all’istituto di credito giusto, ma su un altro conto. probabile ci fosse una talpa nel club olandese, sarebbe stato impossibile per un esterno conoscere le tempistiche dell’affare.

L’indagine è stata aperta nel 2014, quando Lotito si è accorto che qualcosa non era andato come avrebbe dovuto. Nella fase finale della transazione infatti gli hacker avrebbero intercettato il denaro.

Leggi anche:
PostePay: le 4 truffe più comuni
Scoperto il falso bio: una truffa che costa 8 milioni di euro agli italiani
Rimborso Iva Equitalia, occhio alla truffa: un sms vi svuota il conto
Truffe agli anziani, in arrivo un nuovo reato
Bollette, attenti alla truffa del Pod: come funziona
Truffa telefonica: ecco i numeri cui non rispondere mai

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il caso: Lazio truffata per 2 milioni da un hacker per De Vrij