Hedge fund, rendimenti a picco

Accusati, a torto, di essere la principale causa della crisi stanno subendo pesanti perdite. Nel primo semestre del 2008 già 350 hanno chiuso i battenti

 

Sono sul banco degli imputati. Sono accusati di avere innescato una delle più violente crisi finanziarie dal dopoguerra ad oggi. Carnefici che stando alle recenti performance sembrano trasformarsi rapidamente in vittime.

Dopo una crescita impetuosa dal 1990 al 2007, il valore degli hedge fund potrebbe ritrovarsi dimezzato entro il 2009. La previsione arriva dagli analisti di Rge Monitor (l’agenzia di analisi economiche finanziarie fondata da Nouriel Roubini). Il quadro per il futuro è a tinte fosche.

E i segnali di profonda difficoltà del settore non mancano. Nel solo mese di ottobre gli hedge hanno perso il 9% scendendo a quota 1.560 miliardi di dollari, l’ammontare più basso da due anni a questa parte. Nel primo semestre dell’anno, 350 dei circa 7 mila fondi speculativi presenti sul pianeta hanno chiuso i battenti. Secondo l’Economist sono a rischio i fondi di piccole dimensioni (meno di 500 milioni di dollari di asset gestiti). Un default che potrebbe tradursi in un problema di più ampie proporzioni, visto che questi compensano circa i ¾ del mercato, mettendo così a rischio la maggioranza degli investimenti hedge.

I fondi speculativi, comunque, non sono stati l’epicentro della crisi. La recessione globale, che ha preso forma soprattutto negli Stati Uniti, è stata montata dall’eccessivo indebitamento delle famiglie e dalle politiche finanziarie sia delle banche, sia delle autorità politiche che hanno sostenuto i consumi oltre le reali capacità d’acquisto.
Fino a quando si retto l’equilibrio tra indebitamento e cartolarizzazione il sistema ha retto. Ma dal momento in cui consumatori hanno smesso di pagare le rate dei prestiti, non c’è stata alcuna alchimia matematica in grado d’impedire il fallimento di chi ha investito su derivati e affini.

Probabilmente è vero che gli hedge fund hanno bisogno di maggiore regolamentazione perché sono spesso prodotti partecipati, ma i controlli devono essere estesi all’intero settore finanziario che troppo, in questi anni, ha costruito strumenti troppo rischiosi e slegati dall’economi reale. (F.C.)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Hedge fund, rendimenti a picco