Gravi problemi igienici: chiuso famoso ristorante a Roma

E' il quarto in poche settimane. A Roma c'è un problema igiene?

Cucine sporche, ambienti trascurati, blatte in agguato. Con queste motivazioni il Nas ha chiuso il ristorante Gusto in piazza Augusto Imperatore, storico ritrovo delle buone forchette capitoline, fino a quando non sarà in regola con i requisiti igienico-sanitari. Un episodio che si inserisce nel solco dei diversi ristoranti romani che si sono visti apporre i sigilli per questioni igieniche e che solleva una questione: c’è un’emergenza nel mondo della ristorazione a Roma?

GUSTO – L’operazione dei militari del Nucleo antisofisticazione sanitaria è scattata giovedì scorso: i carabinieri si sono presentati di mattina identificando i responsabili del locale e alcuni lavoratori.

GLI EPISODI PRECEDENTI – Gli episodi delle ultime settimane – si legge sul sito della capitolina Radio Colonna – sembrerebbero confermare le criticità di un sistema-ristorazione spesso incurante delle più elementari norme igieniche. Martedì 22 marzo è stato chiuso un noto locale a Campo de’ Fiori per blatte e sporcizia diffusa. La relazione di servizio parla di “cattivo stato di pulizia del locale cucina, deposito, locali interrati e spogliatoi”. “Sono episodi spiacevoli e gravissimi che raccontano di ristoratori che non vogliono inserirsi in un mercato virtuoso ma che applicano il motto ‘prendi i soldi e scappa’ “ – ha raccontato a Radiocolonna Rosario Cerra, presidente Confcommercio Roma – in un mondo social dove le notizie fanno il giro del mondo in pochi minuti è ancora più ingenuo”. Il presidente è convinto che Roma resti un caposaldo della ristorazione italiana proprio grazie alla dedizione e alla passione di molti ristoratori nella scelta delle materie prime e nella cura del cliente. “L’igiene è alla base di tutto, associare l’offerta di ristorazione romana a questi episodi è ingiusto” ha concluso.

CODACONS – Di diverso avviso il Condacons che parla di locali fatiscenti nel centro di Roma che raramente subiscono controlli. “Sulle cronache locali leggiamo a cadenza settimanale episodi di scarsa igiene nel mondo della ristorazione romana – ha dichiarato il presidente di Codacons Carlo Rienzi a Radiocolonna – i NAS sono quattro gatti e i vigili sembrano presi da altre faccende”. Secondo Rienzi la maggior parte dei locali del Centro Storico hanno bisogno di una bonifica e di controlli serrati per evitare che si ripetano gli episodi di Campo de’ Fiori e di Gusto.
Episodi che offuscano l’immagine di una capitale del turismo che finora ha fatto della gastronomia un punto di forza e un traino economico fondamentale.

Leggi anche:
E’ boom “Home Restaurant”: come aprire un ristorante in casa e guadagnare
“Cani accettati, banchieri no”. Il caso del ristorante francese
Ecco l’App anti-spreco: 2,5 tonnellate di cibo al mese risparmiate

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gravi problemi igienici: chiuso famoso ristorante a Roma