Governo, Recovery Fund e SURE in cassaforte: ora tocca al MES?

Dal Pd a Forza Italia: tutti in pressing su Conte per il tesoretto da circa 30 miliardi immediatamente disponibile. Che faranno i Cinquestelle?

Non c’è due senza tre, direbbe qualcuno. Se infatti sul binario del Governo sono in arrivo, in partenza dall’Europa risorse significative da Recovery Fund e SURE, sono in tanti a chiedersi se a breve toccherà dire di sì anche al MES, il tesoretto – tra l’altro immediatamente disponibile – che ingolosisce in particolare il PD, decisamente meno il Movimento CinqueStelle.

Momentaneamente “silenziato” anche in vista dell’ormai prossimo appuntamento con le elezioni regionali in programma il prossimo 20 e 21 settembre il dibattito sul MES è più vivo che mai tanto che aumenta il pressing.

Dal Pd a Forza Italia, passando anche dalla ministra per le Pari opportunità Elena Bonetti, tanti esponenti politici, di casacche diverse, hanno chiesto con sempre maggior insistenza al governo di non perdere tempo e attivare gli oltre 30 miliardi che verrebbero destinati al nostro Paese con le Pandemic crisis support, le linee di credito a tasso agevolato del Mes create per coprire le spese sanitarie dirette e indirette legate alla pandemia.

In particolare, il PD non si nasconde più ed esce allo scoperto. “Dopo l’esito positivo del piano Sure, il Governo deve mettere all’ordine del giorno il Mes, uscire dal dubbio, e dire al Parlamento cosa intenda fare”. A chiederlo il capogruppo Pd a Palazzo Madama, Andrea Marcucci. “Sono sempre più convinto – aggiunge – che l’Italia non possa rinunciare a 36 miliardi per la propria sanità”.

Prima però c’è da superare il muro alzato dai Cinquestelle che non ne vogliono sapere e anzi precisano: “L’attivazione del Sure non va intesa come un’apertura sul Mes. L’obiettivo, infatti, è quello di sviluppare progetti credibili per avere quanto prima accesso alle risorse di cui al Recovery fund, come più volte ribadito dal Movimento 5 stelle e, da ultimo, dal ministro Federico D’Incà”, ha detto in una nota Iunio Valerio Romano, senatore del M5s.

 
 

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Governo, Recovery Fund e SURE in cassaforte: ora tocca al MES?