Google mostrerà annunci anti-Isis a potenziali estremisti

L'azienda ha dichiarato guerra a suon di annunci sponsorizzati contro i terroristi in cerca di reclute o materiale online

Google ha intrapreso una guerra a suon di annunci sponsorizzati contro gli estremisti dell’Isis in cerca di reclute o materiale online. L’azienda ha iniziato a collaborare con un gruppo di ong inglesi per promuovere in modo totalmente gratuito i loro annunci sponsorizzati con messaggi di counter-speech (le risposte frequenti ai contenuti che incitano all’odio) in relazione a ricerche inerenti temi legati al terrorismo da loro identificati.

Anthony House, senior executive di Google, ha raccontato al Guardian gli obiettivi del progetto pilota che, se funzionerà, potrà aprire la strada ad altri metodi di lotta online contro gli estremisti. “Alcune organizzazioni no profit stanno avviando un progetto pilota, usando il programma esistente Google AdWords Grant, per far apparire annunci sponsorizzati a fronte di termini di ricerca di loro scelta correlati al terrorismo”. I programmi a cui stanno lavorando sono due: “Il primo serve a rendere questo genere di contenuti contro il terrorismo più accessibili, il secondo serve a far sì che, quando gli utenti digitano termini legati in qualche modo al terrorismo, vedano comparire sulla loro pagina l’annuncio sponsorizzato anti-terrorismo”.

Solo nel 2014 più di 14 milioni di video sono stati oscurati da Google e alcuni di questi includevano contenuti propagandistici a favore del terrorismo. Non sarà facile, dunque, combattere la battaglia contro gli estremismi, ma l’azienda vuole provarci, così come stanno provando a fare Facebook e Twitter, costretto, quest’ultimo, a impiegare team di specialisti solo per controllare i possibili usi impropri del sito da parte degli utenti.

Leggi anche:
L’Isis e le start up del terrore: così il Golfo finanzia la jihad
Studente compra Google.com per un minuto, ecco a quanto lo rivende
Google cade nella rete del Fisco. “Ora paghi 300 milioni”

Google mostrerà annunci anti-Isis a potenziali estremisti