Gli accordi prematrimoniali sbarcano in Italia

Sbarcano finalmente anche in Italia gli accordi prematrimoniali, veri e propri contratti con tanto di clausole firmate da entrambi i coniugi prima delle nozze

Tanto in voga in Inghilterra e, in generale nei paesi anglosassoni, il contratto prematrimoniale arriva anche in Italia. La moda, che prima sembrava appannaggio esclusivo delle star del jet set hollywoodiano, oggi è ormai aperta anche alle persone comuni ed è sempre più frequente mettere in chiaro le cose prima dei convolare a nozze. Usati principalmente per stabilire risarcimenti milionari in caso di divorzio e gabbie legali sul tradimento, adesso, la possibilità di una stipula di tali contratti, potrebbe diventare realtà anche in Italia.

La proposta avanzata dall’onorevole Alessia Morani in Parlamento potrebbe cambiare radicalmente la storia dei matrimoni nel nostro paese. Secondo la Morani questa possibilità avvicinerebbe le coppie al matrimonio, specialmente quelle piuttosto insicure e preoccupate da una separazione dai costi sempre più elevati.

Contraria, invece, l’anima cattolica del Partito Democratico, secondo la quale, un’apertura di questo genere, contribuirebbe alla mercificazione del vincolo matrimoniale che, in caso di stipula di un simile contratto, sarebbe messo sullo stesso piano di un qualsiasi altro bene di consumo. Una tradizione, questa del contratto, estranea alla cultura italiana e, invece, ben diffusa nel resto del mondo, in particolar modo nei paesi di cultura anglosassone, abituati per via della loro mentalità pragmatica a considerare ogni aspetto della vita come parte di uno scambio commerciale.

Tra i matrimoni più celebri degli ultimi anni che hanno visto la stipula di un contratto sono quelli di Roman Abramovich, patron del Chelsea e magnate del gas russo, e la compagna Irina che, dopo alcuni rumors relativi ad una relazione extraconiugale del marito, ha ricevuto ben 300 milioni di dollari. Anche l’attore e regista Mel Gibson ha dovuto sborsare una bella somma per il divorzio dalla moglie Robyn Moore: si calcola, infatti, che nelle casse dell’ex signora Gibson siano stati versati circa 85 milioni di dollari! Anche i reali d’Inghilterra, il principe William e la bellissima Kate Middleton, hanno stipulato un contratto prematrimoniale, che prevede una lunga serie di clausole qualora i due, destinati alla corona dopo la successione della Regina Elisabetta, decidessero di porre fine alla loro unione.

Gli accordi prematrimoniali sbarcano in Italia