Gettoni d’oro mai coniati, Rai truffata per 700mila euro

La truffa ha prodotto un danno per la Rai di circa 700mila euro, soldi che sono stati fatturati all’azienda per la produzione dei gettoni d’oro mai coniati.

Fatturavano alla Rai i gettoni d’oro destinati ad alcune delle trasmissioni più popolari, da “Uno mattina” a “I fatti vostri”, da “La prova del cuoco” a “Affari tuoi”. Ma in realtà le monete non erano mai state coniate.

Cinque dirigenti ed ex dirigenti dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Spa ora rischiano di essere processati per truffa aggravata e frode nelle pubbliche forniture. La procura di Roma ha chiuso l’indagine nei loro confronti e la Guardia di Finanza ha notificato l’avviso di chiusura indagine, che prelude la richiesta di rinvio a giudizio.

La truffa ha prodotto un danno per la Rai di circa 700mila euro, soldi che sono stati fatturati all’azienda per la produzione dei gettoni d’oro mai coniati.

L’accordo era stato sottoscritto tra la Rai e l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato per la fornitura, nel triennio 2013 – 2016, di gettoni d’oro da consegnare ai vincitori di concorsi a premio promossi dall’emittente pubblica nell’ambito di varie trasmissioni televisive, tra le quali “Red Or Black”, “Uno Mattina”, “Super Brain – Le Super Menti”, “I Fatti Vostri”, “Mezzogiorno In Famiglia”, “L’anno Che Verrà”, “La Terra Dei Cuochi”, “La Prova Del Cuoco” e “Affari Tuoi”.

I dirigenti facevano coniare le monete solo nel caso in cui i concorrenti sceglievano di averle al posto dei soldi, ma fatturavano ugualmente le spese con una documentazione falsa. In questo modo i dirigenti facevano risparmiare le spese del conio e, allo stesso tempo, raggiungevano gli obiettivi aziendali loro assegnati, ottenendo incentivi annui pro capite fino a circa 45.000 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gettoni d’oro mai coniati, Rai truffata per 700mila euro