Germania: sì a controllo contanti, addio banconota da 500 euro

L'introduzione del bail-in accelera il controllo sui contanti

Se non bastava la tendenza generale al controllo dei contanti ed all’aumento dell’utilizzo di strumenti di pagamento tracciabili, l’introduzione del bail-in ed il conseguente timore di una corsa agli sportelli sembra aver dato la spinta decisiva: anche la Germania spinge per imporre controlli sui contanti prima e divieto di prelevare cash poi.

NUMERI – In Germania nel 2014 solo il 18,5% dei pagamenti sono avvenuti con carte di credito o altri sistemi elettronici, meno di qualsiasi altro paese dell’Unione Europea e financo dell’Italia. Il Regno Unito la percentuale è del 60%. In Francia e Stati Uniti da tempo ormai si paga un caffé o un pacchetto di singarette senza dover tirare fuori banconote dal portafoglio.

LA PROPOSTA – In un articolo intitolato “La morte dei contanti” il quotidiano tedesco Handelsblatt riferisce della proposta dei Social Democratici – alleati della coalizione di governo della Cancelliera Angela Merkel – per limitare a 5 mila euro le operazioni cash ed eliminare del tutto la banconota da 500 euro nell’intera area euro. La motivazione che accompagna la proposta è che “senza limiti imposti alle transazioni di denaro, si favoriscono le tangenti, il lavoro in nero e il riciclaggio di denaro”.

Leggi anche:
Bail in e prelievo forzoso, la lista delle banche più a rischio. Come difendersi
Banche: cosa rischia il correntista col ‘bail in’. E come può difendersi
Il mistero della ‘sparizione’ delle banconote da 500 euro
Monete rare: ecco le lire italiane che valgono una fortuna

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Germania: sì a controllo contanti, addio banconota da 500 euro