Scompare il fondo per i non autosufficienti

Lo Stato non finanzierà più cure e assistenza. Alle Regioni il compito di trovare i soldi necessari

Lo Stato non finanzierà più il fondo per i non autosufficienti. Scomparso sia dal decreto milleproroghe, non è più stato ricostituito. toccherà alla Regioni, dicono al ministero del Welfare, trovare i soldi necessari per continuare a finanziare progetti e iniziative per disabili gravi e le loro famiglie.

Gli enti regionali si stanno già muovendo. In ordine sparso. In Veneto, il governatore, Luca Zaia ha annunciato che l’assistenza verrà ridotta a causa dei tagli statali (come già sta succedendo in Provincia di Treviso).

In Puglia, Nichi Vendola per mantenere gli stessi livelli di aiuto ha deciso di aumentare le imposte sul carburante. Mentre la Regione Marche ha scelto di creare un fondo straordinario per compensare i mancati trasferimenti, anche se non ha detto come sarà finanziato.

Le altre regioni sono in attesa di fare i calcoli per capire quale strada prendere: tagli o nuovi tributi.
Intanto malati e famiglie attendono di capire se tanti progetti che in questi anni hanno garantito, o provato a garantire, un’autonomia o almeno un sollievo, potranno continuare.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scompare il fondo per i non autosufficienti