Fisco, addio agli studi di settore. Entro dicembre arriva la pagella

(Teleborsa) Importanti novità in arrivo nel rapporto tra fisco e contribuenti. Come anticipato nei mesi scorsi, gli studi di settore sono pronti ad andarsene definitivamente in soffitta, al loro posto arrivano gli ISA: saranno approvati entro dicembre 2017 i primi 70 indici sintetici di affidabilità, mentre  bisognerà attendere il 2018 per i restanti 80. Lo ha confermato il presidente dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, nel corso di un’audizione alla Camera sul contrasto all’evasione fiscale.

ARRIVA LA PAGELLA DEL FISCO – Gli indici interesseranno oltre 4 milioni di operatori economici. L’introduzione, ha sottolineato ancora il direttore, “dovrà favorire il rapporto con i contribuenti interessati,che potranno avere un riscontro trasparente della correttezza dei propri comportamenti fiscali attraverso una nuova metodologia statistico-economica che stabilirà il grado di affidabilità/compliance”

Pagella, voto, premio. Il meccanismo è semplicissimo e si ispira, a grandi linee, a quello scolastico. Vi ricordate quando da bambini, pur di farvi studiare, i vostri genitori si affannavano a promettervi un premio per ogni bel voto conquistato? Ecco, il fisco farà, più o meno, lo stesso. I contribuenti più virtuosi agli occhi del fisco, quelli, cioè, che rispetteranno tutti i parametri dell’Indice, potranno godere di alcuni benefici premiali, come ad esempio l’esclusione dagli accertamenti basati sulle presunzioni semplici.

Come tutte le novità,però,  il cambiamento necessita di rodaggio e in questa prima fase la sperimentazione degli Isa  ha riguardato otto settori economici: Commercio all’ingrosso di macchine utensili, Commercio al dettaglio di abbigliamento, calzature, pelletterie e accessori,Amministrazione di condomini, gestione di beni immobili per conto terzi e servizi Integrati di gestione agli edifici,Attività degli studi di ingegneria,Fabbricazioni di calzature, parti e accessori, Produzione e commercio al dettaglio di prodotti di panetteria,Manutenzione e riparazione di autoveicoli, motocicli e ciclomotori, Servizi di ristorazione commerciale.

Fisco, addio agli studi di settore. Entro dicembre arriva la page...