Finale di Champions League a Milano. Ma la città cosa ci guadagna?

Si stima un indotto da circa 25 milioni di euro. Ma c'è chi ne approfitta

Sabato prossimo 28 maggio Milano ospiterà la finale di Champions League, la massima competizione calcistica europea per club. A sfidarsi saranno le due squadre di Madrid, il Real e l’Atletico, un derby madrileno e spagnolo che promette un’autentica invasione del capoluogo lombardo, dove è previsto l’arrivo di 80mila tifosi iberici.

Cosa può significare queato per Milano? La Camera di commercio di Monza e Brianza ha calcolato l’impatto economico dell’evento calcistico su Milano e il suo hinterland in oltre 25 milioni di euro, di cui 12,7 solo per i pernottamenti. A beneficiarne saranno dunque soprattutto gli albergatori e in generale chi offre stanze o letti in affitto. E come sempre accade in questi casi, qualcuno ne approfitta anche oltre il dovuto: secondo una rilevazione del portale Casa.it, i canoni d’affitto delle abitazioni attorno alla zona dello stadio hanno registrato – nel fine settimana della finale (dal 27 al 29 maggio) – un aumento del 250% rispetto a un qualsiasi altro fine settimana di giugno. Si parte, stando alle rilevazioni di casa.it, da un minimo di 180 euro a notte per un bilocale per arrivare a un massimo di 350 euro a notte.

Ma l’indotto turistico interessato al business della Champions League non si limita ad alloggio e trasporti: la Camera di commercio di Monza e Brianza stima che una grossa fetta della spesa dei tifosi nel prossimo fine settimana andrà in shopping, a beneficio dunque dei negozianti, con una spesa che dovrebbe attestarsi attorno ai 5,6 milioni di euro. Buone le prospettive anche per chi lavora nella ristorazione, che dalla finale dovrebbe guadagnare quasi 4,6 milioni. Curiosamente, la stessa Camera di commercio fa notare che se al posto del Real Madrid ci fosse stata l’altra semifinalista, il Manchester City, l’indotto sarebbe stato ancora superiore (di circa mezzo milione di euro) in virtù della maggior disponibilità economica degli inglesi rispetto agli spagnoli.

Impennata dei prezzi anche per i biglietti aerei, come registra il portale di viaggi Kayak.it, che rileva un sovraprezzo medio del 58% nei voli Madrid-Milano andata e ritorno per il prossimo week-end. Del resto i dati raccolti dal motore di ricerca dimostrano che le ricerche di voli per il week-end della finale sono aumentate del 101% rispetto alla media del periodo, mentre le prenotazioni sono cresciute del 65%. Kayak.it ha registrato anche le richieste e le prenotazioni per l’alloggio, rilevando un aumento rispettivamente del 175% e del 79%.

Leggi anche:
Torna il calcioscommesse. Giro d’affari da 90 miliardi
Milan Ac: c’è l’ok Fininvest alla trattativa coi cinesi
Il Milan diventa cinese. L’offerta del colosso Alibaba a Berlusconi
Alibaba, l’ecommerce cinese più importante di Ebay e di Amazon
Il bilancio drammatico dell’Inter paradigma della malagestione del calcio
Mediaset: ai francesi i canali calcio
Calcio: i tifosi vincono sul caro biglietti. Tetto a 30 sterline

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Finale di Champions League a Milano. Ma la città cosa ci guadagna?