FCA verso fusione con Peugeot. Governo francese darà via libera?

Dopo il diniego alla recente ipotesi di fusione con Renault, il governo Macron è chiamato a dire la sua sul dossier FCA-Peugeot

(Teleborsa) – Si riapre il dossier FCA con le alleanze francesi, stavolta con il gruppo transalpino PSA.

Dopo mesi di silenzi e, sfumate le nozze con Renault, il gruppo automobilistico guidato da Mike Manley corteggia i francesi di Peugeot-Citroen. Dalla fusione nascerebbe un gigante dell’auto da circa 45 miliardi di euro.

Fiat Chrysler e il gruppo francese PSA, che possiede i marchi Peugeot e Citroen, stanno avendo “colloqui” per una “potenziale aggregazione”. Lo scrive il Wall Street Journal, citando persone vicine al dossier. L’eventuale accordo tra le due società – scrive ancora il quotidiano finanziario – “potrebbe creare un gigante dell’auto transoceanico da 50 miliardi di dollari”. Una possibilità che si sta discutendo – spiega il giornale di New York – è una fusione alla pari. L’Amministratore Delegato di PSA, Carlos Tavares, prenderebbe la guida del nuovo gruppo post-aggregazione mentre la presidenza andrebbe a John Elkann, attuale Presidente di FCA.

Per oggi pomeriggio è convocato il CdA di Psa in via straordinaria per esaminare il progetto.

Il mercato americano, intanto, ha apprezzato l’idea delle potenziali nozze: il titolo FCA è volato a Wall Street con un balzo di oltre 7 punti percentuali.

LA CONFERMA DI FCA CON UNA NOTA
“A seguito di recenti notizie in merito ad una possibile operazione strategica tra Groupe PSA e il Gruppo FCA, Fiat Chrysler Automobiles conferma che sono in corso discussioni intese a creare un Gruppo tra i leader mondiali della mobilità. FCA non ha al momento altro da aggiungere”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

FCA verso fusione con Peugeot. Governo francese darà via libera?