Fase 2, il costo dei voli sale alle stelle dopo l’emergenza Coronavirus

L'emergenza Coronavirus non abbassa i prezzi dei voli da nord a sud, prezzi al rialzo in Fase 2

Con le riaperture della Fase 2 (qui lo speciale di QuiFinanza) gli italiani potranno ritornare finalmente a viaggiare. Le condizioni imposte sono diverse, molte sono ancora in valutazione, ma in vista dell’estate c’è già chi programma di andare al sud. Studenti, lavoratori fuori sede e persone che desiderano ritornare in Sicilia quest’estate, però, hanno dovuto fare i conti con un aumento dei prezzi esagerato dopo il lockdown. 

Fase 2, prezzi dei voli in rialzo dopo l’emergenza Coronavirus

Niente di nuovo sotto il sole, i costi dei voli per la Sicilia hanno da sempre registrato una forte tendenza al rialzo in prossimità dell’estate o di qualche festa in particolare. La questione, per ovvi motivi, ha scatenato numerose polemiche in passato, tanto che addirittura per un certo punto era stato annunciato un intervento dello Stato per regolare il mercato.

L’emergenza Coronavirus, però, ha stravolto molte logiche negli ultimi mesi, costringendo le imprese operanti nel settore viaggi e le compagnie aeree a rivedere i propri piani. Qualcuno, per questo motivo, sperava in un cambio di rotta. Insomma, se il comparto è in crisi, magari ci sarebbero stati maggiori sconti o offerte per i viaggiatori, anche per chi è intenzionato a prenotare per il sud.

Ebbene, purtroppo così non è stato, e chi vuole tornare in Sicilia quest’estate, in alcuni casi (e in determinati periodi) dovrà spendere cifre esorbitanti. Tutto questo, ovviamente, si traduce in un danno per i cittadini che intendono muoversi per i motivi più svariati (personali, familiari, di lavoro etc.), ma anche e sopratutto chi dal turismo trae la sua fonte di guadagno.

Caro-voli Sicilia: la denuncia degli operatori turistici

Come denunciato dall’Associazione turistica Tante Case Tante Idee, che riunisce i proprietari di case vacanze e b&b in Sicilia, la situazione caro-voli è addirittura peggiorata dopo il Coronavirus.

Anche se nel mese di gennaio era stato annunciato da parte del ministro Cancellieri un intervento per contrastare il fenomeno (che molto ha penalizzato lo sviluppo del turismo in Meridione), dopo lo scoppio della pandemia niente è stato fatto. Tant’è che un volo da Roma a Catania, per esempio, arriva a costare fino a 400/500 euro.

Certo, le priorità del Governo al diffondersi del virus erano – giustamente – altre. Ma c’è da chiedersi come mai adesso, che la politica si sta concentrando sul turismo per il rilancio dell’economia, nessun tipo di intervento sia stato programmato in questo senso.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fase 2, il costo dei voli sale alle stelle dopo l’emergenza Coro...