Le famiglie italiane tra le più ricche dei paesi industrializzati

Nonostante la crisi, resta basso il livello dell’indebitamento e cospicuo il patrimonio immobiliare e finanziario

Nel confronto internazionale le famiglie italianemostrano un’elevata ricchezza“, pari nel 2009 a 8,3 volte il reddito disponibile, contro l’8 del Regno Unito, il 7,5 della Francia, il 7 del Giappone, il 5,5 del Canada e il 4,9 degli Stati Uniti. Lo comunica la Banca d’Italia, aggiungendo che le famiglie italiane risultano relativamente poco indebitate: l’ammontare dei debiti è pari all’82% del reddito disponibile (in Francia e in Germania è di circa il 100%, negli Stati Uniti e in Giappone è del 130%, nel Regno Unito del 170%).

Anche se i nuclei familiari hanno dovuto sopportare il peso delle Grande crisi iniziata nel 2008. Infatti dalla fine del 2007, quando l’aggregato ha raggiunto il suo valore massimo, il calo è stato pari al 3,2%. Mentre fra la fine del 2009 e la fine del 2010 la ricchezza netta complessiva delle famiglie italiane, a prezzi correnti, è rimasta invariata e, a prezzi costanti (utilizzando il deflatore dei consumi), si è ridotta nell’ultimo anno dell’1,5%. Segno delle nuove difficoltà economiche legate ai problemi dell’eurozona.

In particolare alla fine del 2010 la ricchezza lorda delle famiglie italiane era pari a circa 9.525 miliardi di euro, corrispondenti a poco meno di 400mila euro in media per famiglia: le attività reali rappresentavano il 62,2% della ricchezza lorda, le attività finanziarie il 37,8%. Le passività finanziarie, pari a 887 miliardi di euro, rappresentavano il 9,3% delle attività complessive. Alla fine del 2010, la ricchezza in abitazioni detenuta dalle famiglie italiane era stimata in circa 4.950 miliardi di euro. In termini nominali la ricchezza abitativa è aumentata dell’1% rispetto alla fine del 2009 (-0,5% in termini reali). L’aumento delle attività reali (1,1%) è stato compensato da una diminuzione delle attività finanziarie (0,8%) e da un aumento delle passività (4,2%).

Le famiglie italiane tra le più ricche dei paesi industrializzati