Falso cieco da 25 anni beccato mentre spara su Facebook

L’uomo percepiva una pensione di invalidità. Scoperto da GdF e Inps

La Guardia di Finanza di Varese ha indagato per falso un uomo che, facendosi diagnosticare l’invalidità da una commissione di Palermo nel 1990, era riuscito a farsi assumere in un ufficio pubblico in provincia di Varese in quanto non vedente e ad ottenere una pensione di invalidità. Si trattava però di un falso invalido, scoperto anche grazie alle fotografie pubblicate su Facebook mentre partecipava ad un torneo di softair in aperta campagna e faceva immersioni.

Durante le indagini i militari del Gruppo di Varese hanno accertato che l’uomo figurava affetto da un grave deficit visivo riscontrato nel 1990, da una commissione medica di Palermo. Nel 2006, a seguito di un bando di concorso per posti riservati a disabili, era stato assunto come centralinista non vedente in un’amministrazione pubblica di Varese e gli era stata riconosciuta anche una pensione di invalidità. Nel 2011 aveva richiesto un controllo presso la Commissione Medica Superiore dell’Inps di Varese, al fine di accertare l’eventuale aggravamento della sua patologia. I medici però si accorsero che la sua problematica non era affatto grave come era stato diagnosticato in precedenza e da renderlo idoneo per le graduatorie per i posti pubblici riservati ai disabili e le pensioni di invalidità.

Senza riferire alla sua amministrazione l’esito dei nuovi controlli, l’uomo ha continuato a godere dei privilegi riservati alla categoria disabili e a dedicarsi al suo hobby preferito: il softair, un’attività all’aria aperta che si ispira alle tattiche militari. Grazie alla collaborazione tra Inps e fiamme gialle, l’uomo è stato incastrato dalle fotografie che lui ha pubblicato su internet.

Falso cieco da 25 anni beccato mentre spara su Facebook