Fa ‘Bingo’ di cognome, Facebook non lo lascia iscrivere

Secondo il social network il cognome incita al gioco d’azzardo

E’ una vicenda comica e paradossale, eppure assolutamente reale; succede a Tortona, dove un 28enne di nome Giovanni Bingo, presidente di un locale club di rugby, si vede respingere la richiesta d’iscrizione a Facebook per l’apertura di un profilo personale. La causa è appunto il cognome ‘Bingo’, che il social network legge come “gioco d’azzardo con le carte, importato in Italia dai paesi anglosassoni, simile alla tombola” rigettando la richiesta, considerato incidamento al gioco d’azzardo.

“Ci ho provato, ma mi è apparsa una scritta che mi impediva di procedere con la registrazione, e contestualmente mi è arrivata una e-mail che mi spiegava le ragioni: diceva che la filosofia di Facebook è quella di non incitare al gioco d’azzardo e Bingo quindi risultava parola sgradita”. Giovanni allora ha modificato il suo cognome e optato per un anonimo ‘Binghese’, subito accettato da Facebook.

Dal team della ‘Community Operations’ del social network, attivo 24 ore su 24 nell’analisi delle criticità che arrivano dagli utenti, spiegano che “sulle segnalazioni relative ai nomi, siamo costantemente impegnati a garantire che tutti i membri possano utilizzare i nomi autentici, quelli impiegati nella vita reale. Ciò rende le persone più responsabili e ci aiuta a rimuovere quegli account creati per scopi dannosi come molestie, frodi, rappresentazioni e incitamento all’odio”.

Facebook consiglia, al momento delle registrazioni di evitare:

  1. Simboli, numeri, lettere maiuscole, caratteri ripetuti o segni di punteggiatura usati in modo scorretto
  2. Caratteri appartenenti a più alfabeti
  3. Titoli di qualsiasi tipo (ad esempio professionali, religiosi)
  4. Parole o frasi al posto del secondo nome
  5. Parole offensive o allusive di qualsiasi tipo

Altri punti da tenere a mente:

  1. Il nome che usi deve essere quello con cui ti conoscono gli amici nella vita reale e quello indicato nei tipi di documenti di identità che accettiamo.
  2. È possibile usare soprannomi per il primo o secondo nome se sono una variazione del nome autentico (come «Peppe» invece di «Giuseppe»).
  3. Puoi anche indicare un nome aggiuntivo nel tuo account (ad esempio il cognome da nubile, il soprannome, il nome professionale).
  4. I profili sono esclusivamente per uso individuale. I professionisti, le organizzazioni e le aziende possono usare le Pagine.
  5. Non è consentito fingere di essere persone o oggetti diversi. Se desideri che nel tuo account sia visibile un altro nome con il quale sei conosciuto, puoi aggiungerlo al tuo account. Ad esempio, puoi aggiungere: il tuo soprannome; il tuo titolo o nome professionale; il tuo nome da nubile.

E nei casi più complicati, l’utente ha comunque la possibilità di confermare la propria identità all’indirizzo https://www.facebook.com/help/159096464162185

Leggi anche:
Facebook diventerà il più grande cimitero virtuale entro fine secolo
Insultare su Facebook è diffamazione aggravata. Lo dice la Cassazione
Foto, dati e informazioni cancellate da Facebook su semplice richiesta
Truffe su Facebook: ecco come difendersi dai ricatti hard

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fa ‘Bingo’ di cognome, Facebook non lo lascia iscrivere