Export in forte crescita. L’azienda Italia sulla strada della ripresa

Tirano i settori della farmaceutica, della metallurgia e dei beni di largo consumo

Non ci sono solo le brutte notizie sui mercati finanziari. L’economia reale non sta male e da segnali di decisa ripresa. Infatti l’export made in Italy sta correndo a ritmi tedeschi.
Nei primi cinque mesi del 2011 le esportazioni di prodotti italiani, al netto della componente energetica, sono cresciute ad un tasso del 17% (a valore), un risultato in linea con il 17,7% registrato dall’export della Germania nello stesso periodo di tempo. Il dato incoraggiante è arrivato dal rapporto Prometeia-Intesa, che ieri ha sottolineato come tale crescita abbia consentito al manifatturiero italiano d’interrompere l’erosione dei conti con l’estero.
Resta, purtroppo, debole il mercato interno, per una domanda praticamente ferma.

I settori della metallurgia, largo consumo e farmaceutica hanno registrato performance superiori a quelli della Germania. Buoni risultati sono arrivati anche per l’elettrotecnica, gli intermedi chimici, la moda e l’elettronica. Ottima crescita anche per il comparto automotive, i prodotti in metallo e la meccanica, settore che sta acquisendo un peso sempre più importante per i conti con l’estero dell’Italia.
I dati sulle esportazioni sono accompagnati anche da un altra notizia positiva: il buon risultato ha riportato il fatturato di alcuni settori ai livelli pre-crisi del 2008, facendo migliorare la bilancia commerciale. Fra questi figurano i settori produttori di beni di consumo meno comprimibili: alimentare, farmaceutica e largo consumo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Export in forte crescita. L’azienda Italia sulla strada della r...