Estesi i termini della moratoria sui finanziamenti alle imprese

Intesa per estendere i termini della moratoria sui finanziamenti concessi alle imprese. Cosa prevede il documento? E quali sono le novità per le aziende su questo fronte?

A cura di

Per far fronte alla crisi di liquidità delle aziende causata dall’interruzione delle attività in seguito all’emergenza legata al Covid-19, l’ABI e le associazioni imprenditoriali, in data 6 marzo 2020, hanno siglato un’intesa per estendere i termini della moratoria sui finanziamenti concessi alle imprese. Cosa prevede il documento? E quali sono le novità per le aziende su questo fronte?

Si tratta di un’estensione dell’accordo che l’ABI e le associazioni d’impresa avevano sottoscritto in data 15 novembre 2018 per il credito alle imprese 2019 in continuità con gli interventi già adottati per il 2013 e 2015. Le misure a favore delle imprese prevedono la possibilità per le banche e gli intermediari finanziari di sospendere fino ad un anno il pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti e allungare la scadenza dei finanziamenti.

In buona sostanza, con la nuova intesa siglata qualche giorno fa (addendum all’accordo per il credito 2019), ABI insieme a AGCI, Confcooperative, Legacoop riunite in Alleanza delle Cooperative Italiane, hanno deciso di ampliare la portata delle suddette misure, al fine di sostenere dal punto di vista finanziario le aziende già danneggiate dalla temporanea interruzione o riduzione delle attività.

Dal punto di vista pratico, le aziende in situazione di emergenza epidemiologica possono richiedere la sospensione o l’allungamento dei finanziamenti in essere alla data del 31 gennaio 2020.

Ricordiamo che l’accordo per il credito 2019 prevede la sospensione del pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti fino ad anno ed è applicabile ai finanziamenti a medio lungo termine. Per quanto riguarda l’allungamento dei finanziamenti, l’estensione della durata del finanziamento può arrivare fino al 100% della durata residua dell’ammortamento del prestito/finanziamento.

Le aziende avranno così a disposizione maggiore liquidità per far fronte ai propri impegni di pagamento. In caso contrario, le aziende rischierebbero l’insolvibilità, che rappresenta una minaccia reale per la loro sopravvivenza.

E in una situazione di emergenza come quella che le aziende stanno affrontando con questa crisi, avere maggiore disponibilità liquide significa disporre di denaro sufficiente per pagare entro le scadenze previste le fatture dei fornitori, gli stipendi per il personale dipendente, i canoni di locazione e tutti gli altri costi di gestione.

La nuova intesa, inoltre, prevede, al punto 2, la richiesta di ampliare l’operatività del Fondo di Garanzia per le PMI, aumentando la quota garantita per le linee di credito a breve, in considerazione delle potenziali tensioni sul fronte della liquidità delle imprese.

Le motivazioni di queste richieste, come si può leggere sul documento, sono dettate dal fatto di creare le condizioni per agevolare un allungamento delle scadenze dei finanziamenti garantiti, il tutto con riferimento alle operazioni oggetto di moratoria connesse agli effetti del diffondersi del Covid-19.

Nel documento, inoltre, si può leggere anche un monito alle banche aderenti all’ABI di assicurare massima tempestività alle richieste delle aziende, accelerando le procedure di istruttoria, riducendo i termini generali previsti e, ove possibile, offrire condizioni migliorative rispetto a quelle previste esplicitamente dall’accordo 2019.

L’obiettivo è quello di sostenere dal punto di vista finanziario le aziende danneggiate dalla momentanea interruzione dell’attività, al fine di evitare la perdita di capacità produttiva e le relazioni commerciali.

Ricordiamo che l’ABI (Associazione Bancaria Italiana) è un’associazione volontaria di banche e intermediari finanziari, estranea all’attività bancaria compiuta dai propri associati, ma che opera per promuovere la conoscenza dei valori sociali e dei comportamenti ispirati ai principi della sana e corretta imprenditorialità e alla realizzazione di un mercato libero e concorrenziale.

Antonino Salvaggio – Fisco 7

Lo Speciale QuiFinanza sugli aiuti a imprese e lavoro

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Estesi i termini della moratoria sui finanziamenti alle imprese