Estate low cost, vacanze: la spesa media degli italiani scende a 744 euro (-7%)

Spendiamo più per il cibo che per l'alloggio: lo rivela un'analisi Coldiretti

(Teleborsa) Tempo di vacanze per una bella fetta di italiani che finalmente possono dire addio per qualche giorno alle temperature record registrate in città e dirigersi verso mete di villeggiatura in cerca di riposo e relax.
Ma su quale budget possono contare? A rispondere ci ha pensato un’analisi Coldiretti che rende noto come quest’anno la spesa media destinata dagli italiani alle vacanze estive scende a 744 euro per persona, facendo registrare un calo del 7% rispetto al 2017. Numeri alla mano, un terzo dei 38,5 milioni di italiani in viaggio (36%) resterà al di sotto dei 500 euro di spesa, il 33% tra i 500 ed i 1.000 euro, il 16% tra i 1000 e i 2.000 euro.
Costi contenuti, dunque, anche perché c’è un altro dato interessante: le vacanze targate 2018 sono le più “on line” di sempre.

Un terzo della spesa per il cibo – E se sulla scelta dell’alloggio ci si può in qualche modo arrangiare, sembra proprio che gli italiani non abbiano proprio alcuna intenzione di rinunciare ai piaceri della tavola. Oltre un terzo del budget della vacanza, infatti, è destinato alla tavola per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per cibo di strada o specialità enogastronomiche.

Un importo che supera quello per l’alloggio con il 34% dei vacanzieri che,  rivela ancora a Coldiretti, consuma pasti principalmente al ristorante durante la vacanza, il 9% in agriturismi, l’8% in pizzeria, ma più di uno su quattro (il 26%) mangia a casa anche se non manca chi sceglie paninoteche, fast food, cibi di strada e pranzi al sacco. Non importa dove, l’importante, per gli italiani, è non rinunciare al buon cibo che contribuisce a migliorare l’atmosfera della meritata pausa dopo un lungo anno di lavoro. Insomma, la vacanza è servita. 

Estate low cost, vacanze: la spesa media degli italiani scende a 744 e...