Energia: dal 1 aprile scendono i prezzi di luce (-8%) e gas (-5,7%)

I calcoli dell'Autorità per l'energia: in bolletta aumenta la pressione fiscale, denuncia il Codacons

(Teleborsa) Buone notizie a partire dal 1 aprile. E non è un pesce d’aprile. Forte diminuzione per le tariffe di gas e luce nel secondo trimestre del 2018. Dal primo aprile, afferma l’Autorità per l’energia, per la famiglia-tipo la bolletta dell’elettricità segnerà una diminuzione dell’8% mentre per il gas il calo sarà del 5,7%.

I MOTIVI DEL CALO – Le riduzioni sono “determinate dal calo delle quotazioni sui mercati all’ingrosso, dopo gli andamenti congiunturali dello scorso trimestre, influenzate anche dalla prevista stagionalità dei consumi di elettricità e gas”.

SCENDONO PREZZI DI LUCE E GASIl calo dell’elettricità, spiega l’authority, “è sostanzialmente legato all’andamento dei prezzi all’ingrosso, stimati in riduzione per il secondo trimestre 2018 (circa -14% il prezzo unico nazionale rispetto alla media del primo trimestre 2018)”. Per il gas “ugualmente la prossima stagione primaverile, con consumi e quotazioni in riduzione a livello europeo, implica il calo dei prezzi anche nei mercati all’ingrosso italiani”.

Non tarda ad arrivare il commento di Coldiretti che sottolinea come la riduzione delle tariffe energetiche è importante per le famiglie, ma anche per il contenimento dei costi delle imprese. E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare l’annuncio dell’Authority per l’Energia sul ribasso delle tariffe anche nel secondo trimestre dell’anno da aprile a giugno con un calo del 5,7 per cento del gas mentre quelle elettriche scendono dell’8 per cento.

DOPPIO EFFETTO POSITIVOIl contenimento della spesa energetica ha un doppio effetto positivo per la ripresa perché – sottolinea la Coldiretti – aumenta il potere di acquisto dei cittadini e delle famiglie, ma riduce anche i costi delle imprese particolarmente rilevanti per l’agroalimentare. Il costo dell’energia – conclude la Coldiretti – si riflette infatti in tutta la filiera e riguarda le attività agricole, ma anche la trasformazione, la conservazione degli alimenti.

MA NON È TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA – Alla riduzione delle tariffe di luce e gas fa da contraltare un pesante rincaro della tassazione secondo quanto denuncia il Codacons commentando le variazioni delle tariffe per il secondo trimestre del 2018.
“Mentre da un lato scende il prezzo dell’energia, dall’altro aumenta la pressione fiscale sulle bollette degli italiani – denuncia il Presidente Carlo Rienzi –. Per l’elettricità, infatti, a partire dall’1 aprile 2018 la tassazione raggiunge il 35,78% di ogni singola bolletta, con gli oneri di sistema che volano al 22,44%. Va ancora peggio per il gas, per il quale gli italiani pagano il 42,5% di imposte e oneri su ogni singola bolletta”.

ONERI PIU’ CHE ONORI – Questo significa che su base annua ogni singola famiglia paga quasi 191 euro di tasse e oneri sulla bolletta della luce e ben 443 euro di imposte per il gas, conclude Rienzi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Energia: dal 1 aprile scendono i prezzi di luce (-8%) e gas (-5,7...