Educare i bambini al valore del denaro: la cosa migliore è dare l’esempio

Per educare i bambini al valore del denaro, occorre dare l'esempio e far capire loro fin da piccoli che i soldi non vanno sprecati

A tutti i neo genitori sarà capitato di dover gestire i capricci del proprio figlio, a seguito di un rifiuto dinanzi alla richiesta di un nuovo giocattolo. Questo avviene perché i bambini, soprattutto quelli molto piccoli, non conoscono il valore del denaro, dunque è necessario che siano il padre e la madre ad insegnarglielo, usando un linguaggio semplice e alla loro portata. La cosa migliore è di iniziare a spiegare ai bambini che i soldi non devono essere sprecati fin da quando sono molto piccoli, perché questo li aiuterà ad interiorizzare meglio il valore del risparmio.

L’età ideale, in cui ogni genitore dovrebbe cominciare a far notare al bambino che ogni cosa ha un prezzo, è intorno ai 5 anni: in questa fase, il bambino tenderà a fare molte richieste per ottenere tutto quello che vuole; è molto importante non assecondare ogni suo desiderio e, soprattutto, spiegargli sempre che esistono delle priorità negli acquisti che si devono fare e che dolciumi e giocattoli non stanno certo in cima alla lista! Quando il bambino andrà alle elementari, e dunque imparerà anche a contare, potreste iniziare a dare lui una piccola paghetta da gestire; invitatelo a individuare qualcosa a cui lui tiene particolarmente e proponetegli di provare a mettere da parte i soldi per comprarla. E’ probabile che già vedendo quanto tempo è necessario per arrivare ad ottenere la cifra desiderata, capisca che il denaro è un bene importante che non va sprecato.

E’ comunque preferibile non usare i soldi per premiare il bambino quando ottiene un buon voto a scuola o quando si comporta bene, perché in questo modo penserà che il denaro è qualcosa che si può ottenere facilmente e senza fatica. Man mano che il bambino cresce, spiegategli apertamente che non tutto ciò che desidera può essere comprato e che è necessario fare delle scelte. E anziché decidere per lui, mettetelo di fronte a delle alternative, come, ad esempio, il corso di inglese o le lezioni di chitarra, in modo che comprenda meglio il valore delle cose e capisca che talvolta, quando si vuole qualcosa, è necessatio fare delle rinunce e dei sacrifici.

Tenete, infine, presente che il modo migliore per insegnare qualcosa ad un bambino consiste nel dare il buon esempio in famiglia. Se voi stessi siete persone incapaci di fare delle rinunce, a cui piace vivere al di sopra delle proprie possibilità, spendendo in un mese più di quanto riusciate a guadagnare in due o tre, è piuttosto improbabile che vostro figlio in futuro diventi un bravo risparmiatore.

Immagini: Depositphotos

Educare i bambini al valore del denaro: la cosa migliore è dare ...