Due per mille, ecco quanto prendono i partiti

Le dichiarazioni dei redditi 2018 segnano un calo dello strumento per finanziare i partiti: meno 7,6%. La Lega prende un milione in più, il Pd lo perde ma è sempre il più ricco

I contribuenti italiani snobbano i partiti politici. E il quarto anno di finanziamento con il due per mille fa registrare un passo indietro rispetto all’anno precedente: le dichiarazioni dei redditi 2018 segnano un calo del 7,62% rispetto all’anno precedente.

I DATI DEL MEF – Oltre un milione di contribuenti (1.089.817 per la precisione, pari al il 2,67% dei contribuenti totali) hanno deciso di destinare ai partiti politici il due per mille della propria dichiarazione dei redditi del 2018, e complessivamente ai partiti sono andati 14 milioni e 148mila165 euro, un calo del 7,62% rispetto all’anno precedente. È quanto emerge dai dati sulla ripartizione del gettito derivante dal due per mille diffusi dal Mef.
La vera notizia che si evince dai dati pubblicati dal ministero dell’economia non è il calo dei donatori (140mila in meno), ma quanto la ripartizione di questo tesoretto.

IL PD PERDE 1 MILIONE DI EURO – Degli oltre 14 milioni di euro arrivati ai partiti politici dalle dichiarazioni 2018 (redditi 2017), la metà circa è arrivata al Partito Democratico. Infatti, secondo quanto emerge dai dati diffusi dal Mef, 7.002.826 di euro spettano al Pd (erano 7,9 milioni lo scorso anno). Il Pd perde quindi 1 milione di euro e 115 mila contribuenti “donatori”.

BOOM LEGA – Seguono Lega per Salvini Premier con 2.040.528 euro e Lega Nord per l’indipendenza della Padania 922.04 euro. Messi insieme i dati, ben 268 mila contribuenti hanno esercitato questa opzione, contro i 172.771 del 2017.

L’ELENCO DEI PARTITI – Ecco le forze politiche che hanno incassato di più nel 2018:
Partito Democratico – 7.002.826 euro
Lega per Salvini Premier – 2.040.528 euro
Lega Nord per l’Indipendenza della Padania – 922.040
Fratelli d’Italia – 720.437 euro
Movimento politico Forza Italia – 637.130 euro
Rifondazione Comunista – 547.426 euro
Articolo 1 Movimento Democratico e Progressista – 349.516 euro
Sinistra Italiana – 316.960 euro
Sudtiroler Volkspartei – 287.329 euro
Federazione dei Verdi – 257.919 euro
Energie per l’Italia – 85.443 euro
Movimento La Puglia in Più – 60.254 euro
Italia dei Valori – 50.785

Tra i partiti sotto i 50mila euro ci sono in particolare Unione di Centro con 30.274 euro, Union Valdotaine con 37.999 euro e Unione per il Trentino 38.144 euro.

Due per mille, ecco quanto prendono i partiti