Dove è scattato l’obbligo di gomme da neve. Dubbi su etichetta UE

Obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali su molte strade già a partire dal 1° novembre. Perplessità sull'etichettatura europea

 Avete montato le gomme da neve o vi siete assicurati di avere a bordo un set di catene pronte all’uso? Non si tratta di una precauzione affidata al buon senso dell’automobilista, ma di un provvedimento in vigore dal 1° novembre, che prevede l’obbligo di attrezzatura invernale (catene o pneumatici termici, appunto) su alcune strade italiane.

L’Anas comunica infatti che dal 1 novembre 2013 è scattato l’obbligo di catene a bordo o l’utilizzo di pneumatici invernali (da neve) nei tratti della rete stradale e autostradale gestita dall’Anas maggiormente esposti al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio durante la stagione invernale.
Tra i consigli per gli automobilisti che prefersicono montare gomme invernali, ricordiamo di prestare attenzione alla temperatura esterna: quando il termometro supera i 7 gradi, è raccomandato utilizzare quele estive. Inoltre, ricordiamo che la gomma termica si riconosce dalla marcatura M+S, M/S, MS, M-S o M&S riportata sul fianco; l’esistenza delle 3 montagnette con fiocco di neve e l’immancabile il simbolo dell’omologazione.


ETICHETTATURA UE
In fatto di etichettatura per pneumatici da neve  in circolazione nell’Unione Europea e obbligatoria da poco meno di un anno, il Centro di ricerca e tutela del consumatore e degli utenti, ha tuttavia espresso alcune perplessità. Secondo l’associazione "l’etichetta tralascia alcuni aspetti importanti degli pneumatici da neve, come le caratteristiche in frenata e l’aderenza al manto stradale in caso di neve o ghiaccio. Essa dovrebbe essere pertanto ampliata nel senso indicato. Il criterio tecnico dell’aderenza al manto stradale bagnato, che è uno delle tre componenti obbligatorie dell’etichetta e che dovrebbe fornire informazioni su tale caratteristica degli pneumatici, riporta invece soltanto indicazioni sulla “qualità” della frenata su strade bagnate".

 L’etichetta mostra le caratteristiche di sicurezza ed efficienza energetica su di una scala, che va dal migliore: “A” (verde) al peggiore: “G” (rosso). Purtroppo gli aspetti della resistenza al rollio, dell’emissione di rumore e
dell’aderenza al manto stradale bagnato non bastano certamente a valutare uno pneumatico. L’etichetta, ad esempio, non riporta informazioni riguardo la stabilità, le caratteristiche dello pneumatico in caso di “acquaplaning” o l’aderenza al manto stradale asciutto.

Utile invece l’indicazione fornita dal "fiocco di neve". Questo simbolo, infatti, può essere apposto soltanto se lo pneumatico abbia superato un test standard, comprovando in questo modo la sua idoneità alle condizioni meteo invernali. L’altra indicazione che spesso notiamo, ovvero una scritta in corsivo “M+S”, ci indica invece soltanto che la gomma rispetta le norme stradali e può essere utilizzata nel periodo invernale. Non fornisce però alcuna indicazione rispetto alla reale qualità della gomma in caso di neve o poltiglia.


OBBLIGO DI CATENE, SU QUALI STRADE E’ PREVISTO

 L’obbligo sarà segnalato su strada tramite apposita segnaletica verticale e avrà validità, anche al di fuori dei periodi indicati, al verificarsi di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio. Le disposizioni sono state emanate in attuazione delle norme che hanno modificato alcune disposizioni del Codice della Strada (Art. 1 della Legge 29 luglio 2010, n° 120 “Disposizioni in materia di sicurezza stradale”).

  L’elenco, regione per regione, delle strade in gestione Anas  interessate all’obbligo di catene o, in alternativa, agli pneumatici invernali dal 1° novembre 2013

 ● Abruzzo  ● Marche
 ● Basilicata  ● Molise
 ● Calabria  ● Piemonte
 ● Campania  ● Sicilia
 ● Emilia romagna  ● Toscana
 ● Friuli venezia giulia  ● Umbria
 ● Lazio  ● Valle d’Aosta
 ● Liguria  ● Veneto
 ● Lombardia  

 

 

 

 

 

 

 

Dove è scattato l’obbligo di gomme da neve. Dubbi su etichetta&...