Dl Rilancio, proroga super-ammortamento: il nuovo termine per l’investimento

A causa dell'emergenza Covid, il Governo ha deciso di prorogare il termine lungo per poter effettuare l'investimento al fine di beneficiare dell'agevolazione

L’articolo 50 del Decreto Rilancio (qui lo speciale QuiFinanza) ha prorogato il termine “lungo” per poter effettuare l’investimento al fine di beneficiare del super-ammortamento 2019. La scadenza, originariamente fissata al 30 giugno 2020, è stata quindi spostata al 31 dicembre 2020 a causa dell’emergenza Covid-19.

Super-ammortamento, la normativa

Il  super-ammortamento è un’agevolazione che consente di maggiorare del 30%, ai fini delle imposte sui redditi, il costo di acquisizione dei beni materiali strumentali nuovi, esclusivamente riferiti alla determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing.

La legislazione del 2019 prevede che i soggetti titolari di reddito d’impresa e gli esercenti arti e professioni debbano effettuare gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi dal 1° aprile 2019 al 31 dicembre 2019, o comunque entro il termine del 30 giugno 2020, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 l’ordine risulti accettato e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari almeno al 20% del costo di acquisizione. La maggiorazione del costo, invece, non si applica sulla parte di investimenti complessivi eccedenti i 2,5 milioni di euro.

Tale disciplina viene applicata a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa sia che siano residenti in Italia, sia che si tratti di stabili organizzazioni di soggetti non residenti. Si applica inoltre agli esercenti attività di lavoro autonomo, anche se svolte in forma associata, e agli enti non commerciali, con riferimento all’attività commerciale eventualmente esercitata. La maggiorazione si applica infine alle persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni che rientrano nel “regime di vantaggio”.

Cosa cambia con il Dl Rilancio

Poiché con l’emergenza sanitaria molte aziende produttrici di beni strumentali sono state chiuse a lungo, il termine del 30 giugno 2020 per l’effettuazione dell’investimento era difficile da rispettare. Per questa ragione, il Decreto Rilancio ha prorogato tale scadenza all’articolo 50, intitolato “Proroga del termine di consegna dei beni strumentali nuovi ai fini della maggiorazione dell’ammortamento”.

Questo significa che, grazie al decreto, gli investimenti per accedere al super ammortamento devono essere effettuati nel periodo compreso tra il 1° aprile e il 31 dicembre 2019, oppure fino al 31 dicembre 2020 (invece che al 30 giugno 2020). Resta valida la condizione che, entro il 31 dicembre 2019, l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dl Rilancio, proroga super-ammortamento: il nuovo termine per l’...