DEF, risoluzione maggioranza: “Disinnescare l’Iva, avanti con Flat Tax”

Nel frattempo, arriva anche una buona notizia: Pil in aumento dello 0,1% nel primo trimestre del 2019 . Lo dice Bankitalia nel Bollettino Economico

Nella tarda serata di ieri l’Aula della Camera ha approvato la risoluzione di maggioranza sul Documento di Economia e Finanza 2019 del Governo con 272 voti a favore e 122 contrari.

NO AUMENTO IVA, SI FLAT TAXLega e 5Stelle, dunque, mettono su carta che le clausole di salvaguardia per il 2020, che contemplano 23 miliardi di innalzamento dell’Iva, non devono scattare: impegnano l’esecutivo ad “adottare misure per il disinnesco delle clausole di salvaguardia fiscali del 2020″. E’ quanto si legge nella risoluzione che impegna l’esecutivo anche a “continuare, nel disegno di legge di bilancio per il prossimo anno, il processo di riforma delle imposte sui redditi (“flat tax”) e di generale semplificazione del sistema fiscale, alleviando l’imposizione a carico dei ceti medi”.

Poche ore prima, a chiusura della discussione generale sul DEF, era intervenuto il Ministro Tria. Il Governo non deve cambiare strategia, aveva detto il Titolare dell’Economia, ricordando i pilastri dell’azione di Governo, vale a dire rilancio degli investimenti, riforma fiscale e rete di protezione sociale. “Si tratta di temi al centro del dibattito internazionale ed europeo”, ha ribadito il Titolare del Dicastero di Via XX settembre.

E ancora: “Noi non faremo una manovra di bilancio correttiva e al tempo stesso rispetteremo pienamente, forse anche con un lieve miglioramento gli impegni presi con la Commissione europea rispetto al deficit strutturale”-

CAPITOLO IVA – “Il Def che è stato presentato mantiene sostanzialmente la legislazione vigente, secondo la quale l’Iva l’anno prossimo aumenterà, se la legge non sarà cambiata. Ma la legge verrà cambiata”, ha assicurato il Ministro. La legge di Bilancio per il 2020, ha chiarito, “sarà l’occasione in cui verranno adottate le misure alternative atte ad evitare l’aumento dell’Iva”.

Non sembrano pensarla così le opposizioni, già sul piede di guerra – “Purtroppo il Governo, come ha detto il ministro Tria, aumenterà l’Iva. Non c’è dubbio. O se non aumenterà l’Iva taglierà miliardi di euro di servizi ai cittadini. Stiamo assistendo a un gioco che ormai non è più divertente, “, commenta Zingaretti, neo Segretario del PD. 

ATTACCO A DI MAIO E SALVINI – E va ricordato che Salvini e Di Maio sono alleati e complici e non sono avversari in questo gioco, sono entrambi vicepremier del governo che sta aumentando le tasse e tagliando gli investimenti. Bisogna finirla con il trasformismo di chi sta bloccando tutto e non si assume mai le proprie responsabilità.”

DAVANTI AL PIL TORNA SEGNO PIU’ – Nel frattempo, ieri è arrivata anche una incoraggiante buona notizia. Pil in aumento dello 0,1% nel primo trimestre del 2019.

Così la Banca d’Italia nel Bollettino Economico, secondo cui “l’attivita’ economica avrebbe lievemente recuperato all’inizio di quest’anno, dopo essere diminuita nella seconda metà del 2018”. L’Italia esce cosi’ dalla recessione tecnica, caratterizzata da due trimestri negativi tra luglio e dicembre dell’anno scorso.

DEF, risoluzione maggioranza: “Disinnescare l’Iva, avanti ...