“Decisione Ue avrà effetti su occupazione”. Ceo di Apple reagisce alla maxi-multa

Tim Cook avverte che ci saranno conseguenze sugli investimenti e i posti di lavoro

“Questa non è una multa, sono tasse non pagate”. Margrethe Vestager, inflessibile commissaria europea alla concorrenza, ha commentato così la maxi-multa inflitta alla Apple: 13 miliardi di euro di benefici fiscali illegali da restituire all’Irlanda.
Una somma record anche perché i vantaggi illeciti ricevuti dal gruppo di Cupertino grazie agli accordi fiscali (“tax ruling”, di per sé legali) firmati con Dublino nel 1991 e nel 2007 sono stati imponenti.

Apple ha annunciato che farà ricorso contro la decisione, sostenendo che “segue la legge e paga tutte le tasse che deve ovunque opera”. In una lunga lettera dal titolo ‘Un messaggio alla comunità Apple in Europa’ pubblicata sul sito ufficiale dell’azienda, il ceo Tim Cook ha scritto che questa decisione “avrà un effetto profondo e dannoso sugli investimenti e la creazione di lavoro in Europa”.

Il numero uno di Cupertino fa notare: “Noi non abbiamo mai chiesto, né tantomeno ricevuto, alcun trattamento speciale. Ora ci troviamo in una posizione anomala: ci viene ordinato di versare retroattivamente tasse aggiuntive a un governo che afferma che non gli dobbiamo niente più di quanto abbiamo già pagato”.

“La mossa senza precedenti della Commissione ha implicazioni gravi e di vasta portata. Di fatto è come proporre di sostituire la normativa fiscale irlandese con quel che la Commissione ritiene avrebbe dovuto essere tale normativa. Sarebbe un colpo devastante alla sovranità degli Stati membri in materia fiscale e al principio stesso della certezza del diritto in Europa – scrive ancora Cook – L’Irlanda ha dichiarato di voler ricorrere in appello contro la decisione della Commissione. Apple farà altrettanto, e siamo fiduciosi che l’ordine della Commissione verrà ribaltato. Il nocciolo della questione non è quante tasse debba pagare Apple, ma quale Paese debba riscuoterle“.

Leggi anche:
Apple, multa record dall’Europa: 13 miliardi da restituire all’Irlanda
Apple perde i diritti del marchio iPhone in Cina
“i-Phone copiato da una mia idea”. Chiede 10 miliardi alla Apple
Apple, ricavi in calo per la prima volta
La Cina chiede i codici cifrati degli iPhone ma Apple si oppone
I 40 anni della Apple
Tutto su Apple

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

“Decisione Ue avrà effetti su occupazione”. Ceo di Apple ...