Debito pubblico, in difficoltà i buoni del Tesoro. Divario record con il bund tedesco

Record storico per il premio di rendimento pagato dai Btp decennali rispetto corrispettivi titoli tedeschi

La differenza tra Btp e il bund diventa sempre più ampia, segnando un nuovo massimo storico a partire dall’introduzione dell’euro nel 1999. Guadagnando, peraltro, nove punti rispetto al record di venerdì scorso.

Sulla crescita dello spread ci stanno accumulando più di una preoccupazione, a partire da quelle del presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia. “È un problema enorme. Con il nostro debito pubblico ogni cento punti base a regime si traducono in 16 miliardi di euro in più di deficit”, ha detto il presidente degli industriali intervenendo all’assemblea di Federchimica a Milano. “La crisi greca rende le tensioni finanziarie sui mercati molto pesanti. L’Italia non è in pericolo ma, se rimanesse l’attuale situazione di grossa turbolenza, ne risentirebbe», ha sottolineato.

Nella prima asta del Tesoro, dopo l’allarme lanciato da Moody’s sulle banche italiane, c’è stato un forte incremento di domande e i rendimenti dei Bot a sei mesi sono schizzati all’1,99% dall’1,66% dell’analoga asta del 26 maggio scorso.

Balzo all’insù anche per i rendimenti dei CTz (scadenza 30 aprile 2013) che hanno registrato un tasso medio del 3,219% (+0368 punti). Secondo gli analisti questo è un segnale negativo, è un’avvertenza che l’Italia non è immune dal contagio.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Debito pubblico, in difficoltà i buoni del Tesoro. Divario record con...