Daily Market Report 26 Giugno 2015. Il bollettino dei mercati

Il commento e l'analisi quotidiana dei mercati a cura dell'Advisory di Cassa Lombarda

Cassa Lombarda

Azioni: Borse incerte nella seduta di ieri, con la prosecuzione delle trattative tra Atene ed i creditori internazionali che proseguono. Piazza Affari la migliore trainata dalle banche. Tokyo ha chiuso in ribasso dello 0,31%. Listini cinesi in calo dell’8% dopo il report di Morgan Stanley in cui la banca d’affari suggerisce di non acquistare l’azionario cinese nonostante i recenti cali. In calo i titoli tecnologici e la small-caps, tra i migliori fino a metà giugno. Il movimento è stato esacerbato dal calo del margin debt, la leva finanziaria utilizzata per investire in equity (scesa per il quarto giorno a $229 mld). Secondo Morgan Stanley lo Shanghai Composite potrebbe scendere del 30% entro metà 2016. Già la settimana scorsa gli strategist di Blackrock, Credit Suisse e Bank of America hanno dichiarato che il mercato è in bolla. Il listino soffre anche per i timori degli effetti di un’ondata di nuove quotazioni.

Obbligazioni: Si è allentata, dopo un iniziale ampliamento, la pressione sui titoli di stato periferici: i Btp rendono il 2,1% con lo spread in area 125 punti, poco sopra i Bonos spagnoli. Il Tesoro ieri ha piazzato un miliardo di Btp indicizzati all’inflazione a 10 e 30 anni, con il tasso decennale in rialzo allo 0,97%. I negoziati sulla Grecia sono stati nuovamente interrotti. Nonostante la maratona notturna, non è stato raggiunto un accordo tra Grecia e creditori internazionali. Domani si terrà un nuovo Eurogruppo, che secondo Merkel sarà decisivo. Ieri la Bce non ha aumentato il funding ELA alle banche elleniche dopo le proteste della Bundesbank. Oggi S&P si esprimerà sulla Francia, mentre Moody’s su Austria, Belgio, Germania e Lussemburgo.

Forex: EUR in area 1,12 in assenza di particolari spunti in vista del meeting dell’Eurogruppo di domani. BRL in calo sulla notizia della petizione per evitare l’arresto di Lula all’interno dello scandalo "car wash". A pesare sulla valuta anche i deboli dati macro (aumento della disoccupazione e del deficit pubblico). Il Parlamento ha votato una legge che aumenta le tasse sulle società, ma con emendamenti che riducono lo sforzo auspicato dal Ministro delle Finanze Levy.
 
Commodities: Petrolio in area $59,5 al barile. L’oro è poco mosso in area $1.172.

Dati rilevanti di oggi: in Eurozona, evoluzione della massa monetaria M3 di maggio, business confidence di giugno. In Usa, fiducia dei consumatori finale di giugno.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Daily Market Report 26 Giugno 2015. Il bollettino dei mercati