Daily Market Report 17 Luglio 2015. Il bollettino dei mercati

Il commento e l'analisi quotidiana dei mercati a cura dell'Advisory di Cassa Lombarda

Cassa Lombarda

Azioni:  I buoni dati macro (v. immatricolazioni, bilancia commerciale italiana), il voto del parlamento greco e la decisione della Bce di alzare l’ELA alle banche elleniche hanno contribuito a sostenere i listini europei, ritornati sui massimi da un mese e mezzo. L’EuroStoxx 600 ha recuperato i livelli di fine maggio. Positiva anche Wall Street incoraggiata da alcune buone trimestrali (v. Netflix, Citigroup, Intel). Il Nasdaq ha toccato un nuovo record storico. Dopo la chiusura dei mercati, Google ha riportato risultati maggiori delle attese. La forza del dollaro, ai massimi da tre settimane nei confronti dello yen, spinge al rialzo il listino di Tokyo ben orientato anche dalla chiusura positiva di Wall Street e delle piazze europee. L’indice Nikkei dei 225 titoli guida termina a 20.650,92 punti in rialzo dello 0,25% (+50,8 punti). Va comunque rilevato che la sessione in Asia è stata caratterizzata da volumi inferiori alla media per la chiusura per festività nazionale delle piazze di Kuala Lumpur, Jakarta e Singapore. Le borse cinesi hanno chiuso in forte rialzo anche sulla notizia riportata da Caijing secondo cui 17 banche hanno garantito una linea di credito da 2 trilioni di yuan ($322 mld) a China Securities Finance Corp., un’agenzia a controllo statale che fornisce margin finance e liquidità ai mercati. Oggi scadono i contratti di opzione sulle azioni e sugli indici con termine a luglio.

Obbligazioni: Ieri giornata positiva per i bond periferici di eurozona. Il decennale italiano si è stabilizzato sotto il 2% poco distante dal bono spagnolo. Ieri la Spagna ha collocato titoli di stato con scadenza nel 2018, 2025, 2030 e 2041 per complessivi €6,4 mld, poco sotto al massimo della forchetta prevista (€5,5-6,5 mld). Buoni i rapporti di copertura e rendimenti in calo su quasi tutte le scadenze. La Bce ha deciso di aumentare il plafond di finanziamenti ELA alle banche elleniche di €900 mln, operando nell’assunzione che il Paese resti nell’euro. L’esposizione totale dell’Eurosistema alla Grecia ammonta a €130 mld. Le banche greche apriranno lunedì prossimo. Lagarde del FMI ha dichiarato che una riduzione del debito della Grecia è necessaria per rendere il piano attuabile ma un significativo allungamento delle scadenze potrebbe esser sufficiente. Oggi atteso il voto del Bundestag sul piano di salvataggio della Grecia.

Forex: EUR sceso ieri sotto il livello di 1,09 contro dollaro per la prima volta da inizio giugno. Draghi ha confermato l’impegno della Bce a proseguire nel QE. Qualora la situazione si deteriorasse, in ogni caso, Mario Draghi ha rassicurato che la Bce " è pronta a usare tutti gli strumenti a disposizione " per centrare gli obiettivi di politica monetaria. BRL debole sulla notizia delle indagini per corruzione contro l’ex Presidente Lula. GBP positiva sulle dichiarazioni del governatore della BOE Carney, che vede un aumento dei tassi entro fine anno.

Commodities:Il Petrolio si avvia a chiudere la terza settimana negativa, periodo più lungo da gennaio. Oro in calo ieri per la quinta seduta consecutiva, sui minimi dal 6 novembre a causa del rafforzamento del dollaro e sviluppi positivi sulla crisi greca.

Dati rilevanti di oggi: In Eurozona, output del settore costruzioni di maggio. In Usa, cantieri e permessi edili di giugno, inflazione di giugno, fiducia dei consumatori Univ. Michigan preliminare di luglio.

Daily Market Report 17 Luglio 2015. Il bollettino dei mercati