Daily Market Report 16 Giugno 2015. Il bollettino dei mercati

Il commento e l'analisi quotidiana dei mercati a cura dell'Advisory di Cassa Lombarda

a cura di 
Cassa Lombarda

 

Azioni: La fumata di nera di Bruxelles nelle trattative tra la Grecia e i creditori internazionali ha scatenato lunedì le vendite sulle borse europee. Per i falchi della Bundesbank, una Grexit avrebbe "un impatto impossibile da quantificare". Sul listino milanese hanno sofferto maggiormente i titoli del comparto bancario. Tonfo ad Atene con perdite intraday superiori al 6% per chiudere poi a -4,68%. Debole anche Wall Street in scia alle perdite delle borse europee. A livello macro hanno deluso sia l’indice Empire State Index che la produzione industriale mentre l’indice NAHB ha registrato un bel balzo in alto mostrando che c’è ottimismo nel settore immobiliare. Altra giornata incerta per i mercati asiatici, che continuano a scontare il nulla di fatto sul salvataggio della Grecia, oltre all’attesa per le decisioni della Fed sulla politica monetaria. A Tokyo, l’indice Nikkei ha chiuso in calo dello 0,64% a 20.257,89 punti, mentre il Topix ha ceduto lo 0,73% a 1.639,86 punti. Alcuni titoli sono stati penalizzati dalla forza dello yen, in seguito alle dichiarazioni del Governatore della Bank of Japan, che ha escluso possibili svalutazioni della valuta. Shanghai scivola del 3,47%, trascinandosi dietro anche le altre borse cinesi.

Obbligazioni: A causa della crisi greca il rendimento del Btp decennale italiano è salito a 2,38% e lo spread con i bund in area 150 punti base. Il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato in aprile di 10 miliardi, a 2.194,5 miliardi, superando il precedente record storico di 2.184 toccato a marzo. La settimana è iniziata positivamente per i bond “core” grazie all’avversione al rischio. Oggi la Corte Europea di Giustizia si esprimerà sulla legalità del piano OMT della Bce; un esito positivo è atteso dato il parere dell’avvocatura generale. Ieri i dati sul piano di acquisti della Bce (PSPP) confermano un rallentamento a €10,6 mld vs €12,9 mld nella settimana precedente. La Grecia ha dichiarato che non presenterà una nuova proposta all’Eurogruppo allo scopo di liberare gli aiuti. Stamattina il rendimento dei Bonos decennali è salito sopra il 2,5% per la prima volta da agosto dell’anno scorso. Le pressioni sui periferici persistono a causa dell’impasse sulla crisi greca. Il segmento corporate, per ora, è rimasto indenne dal rischio contagio della Grecia. Il rendimento dei bond IG è salito da inizio mese solo di 6 bps, ma l’attività di primario è rallentata significativamente (scendendo a €5 mld). Ieri si è però assistito ai primi significativi allargamenti di spread, in particolare su segmenti high yield (BB +10 bps; B +13 bps) e settori / titolo con maggior beta (FIN subs: +6bp, NFN hybrids: +7bp) e periferici finanziari (IT/SP senior banks: +7.3bp/4.8bp). oggi l’Austria emetterà un nuovo benchmark decennale tramite sindacato bancario.

Forex: EUR in rialzo in area 1,131 contro dollaro. Ieri il governatore della Bce Draghi ha affermato che la ripresa «procede ad un passo moderato» ma «dovrebbe ampliarsi» e «le proiezioni» sono per una crescita «dell’1,5% nel 2015, dell’1,8% nel 2016 e del 2,0% nel 2017». In Germania, l’inflazione finale di maggio è stata confermata a +0,1% m/m e +0,7% a/a. Oggi la FED inizia la riunione di politica monetaria che si concluderà domani. Su AUD, gli ultimi verbali di politica monetaria della RBA rivelano come i policy makers abbiano giudicato appropriato il mantenimento del livello di tassi di interesse.

Commodities: Oro poco mosso in area $1.187 l’oncia. Petrolio stamattina ritorna nuovamente sopra i $60 al barile dopo tre giorni di ribassi. A sostenere il greggio la notizia di una tempesta tropicale attesa colpire le coste del Texas.

Dati rilevanti di oggi: In UK, inflazione di maggio. In Germania, indice Zew di giugno. In Brasile, vendite al dettaglio di aprile. In Usa, cantieri e permessi edili di maggio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Daily Market Report 16 Giugno 2015. Il bollettino dei mercati