Daily Market Report 15 Luglio 2015. Il bollettino dei mercati

Il commento e l'analisi quotidiana dei mercati a cura dell'Advisory di Cassa Lombarda

Cassa Lombarda

Azioni:  Seduta interlocutoria per le borse europee martedì. Ieri la saga greca è passata in secondo piano con le letture inferiori alle attese dei dati macro in Usa (vendite al dettaglio e fiducia delle piccole imprese). Wall Street ha chiuso in rialzo grazie anche ad alcune buone trimestrali (v. JPMorgan). Il Dow ha chiuso in rialzo per il quarto giorno consecutivo tornando sopra i 18.000 punti. In Cina, la produzione industriale di giugno ha battuto le attese a +6,8% a/a vs +6,0% stimato e +6,1% precedente. Il Pil 2Q ha superato le attese attestandosi a +7% vs +6,8% stimato ed in linea con il +7% del 1Q. Migliori del previsto anche le vendite al dettaglio a +10,6% (vs +10,2% stimato e +10,1% precedente). Nonostante i dati migliori del previsto i listini cinesi hanno registrato ribassi consistenti. Positivi gli altri mercati asiatici.

Obbligazioni:  Ieri si è assistito ad un moderato calo dei rendimenti dei bond “core” a seguito dei deludenti dati Usa. Il rendimento del Treasury è così sceso di 4,7 bps a 2,4%. Misti anche i dati macro di Eurozona (debole la produzione industriale ma Zew tedesco migliore delle attese). Il Bund ha tuttavia sofferto per i commenti “hawkish” della BOE. Nei primi scambi odierni i rendimenti dei TDS di Eurozona sono poco mossi. Sulla Grecia atteso oggi per le ore 22:00 locali circa (21:00 italiane) il voto del Parlamento sul piano di aiuti Ue. In mattinata, verso le 10.00 atteso il voto in commissione. Le defezioni in Syriza potrebbero essere 30-40 ma il premier può contare sull’appoggio di quasi tutta l’opposizione. Ieri sera in tv un discorso per difendere le riforme. Il Fondo monetario internazionale intanto potrebbe non aderire al nuovo piano di salvataggio della Grecia. E’ quanto emerge da un memo di tre pagine – ottenuto dal Financial Times – inviato dal fondo alle autorità della Ue. L’Fmi spiega che le recenti turbolenze nell’economia greca porteranno il debito di Atene a sfiorare il 200% sul pil nell’arco dei prossimi due anni, mentre all’inizio della crisi dell’Eurozona era al 127%. E conclude che solo attraverso un vastissimo piano di aiuti, molto più ampio di quello proposto dall’Europa, il debito greco potrebbe scendere a livelli più sostenibili che permetterebbero ad Atene di tornare a finanziarsi sui mercati. Sul segmento corporate ieri si è assistito ad un primo ritorno di attività con Alitalia che ha collocato un bond da €375 mln per un rendimento di 5,25%.

Forex: Lo USD ieri ha restituito gran parte dei rialzi della seduta precedente a causa dei deboli dati macro. Oggi l’attenzione sarà sulla testimonianza al Congresso del governatore Janet Yellen e poi sul Beige Book, la fotografia dell’economia americana che verrà usata nella riunione della banca centrale del 28-29 luglio. Ieri Ester L George della FED di Kansas City si è espressa a favore di un rialzo dei tassi. Su GBP ieri il governatore della BOE Carney ha dichiarato che la Banca Centrale alzerà gradualmente i tassi di interesse alla luce della ripresa economica. AUD in rialzo dopo la pubblicazione dei dati macro cinesi migliori delle attese. Su JPY, la BOJ ha mantenuto inalterato lo stimolo ma abbassato le stime di inflazione. Su CAD attesa oggi la decisione di politica monetaria. Alcuni analisti pensano che la BOC possa tagliare i tassi.

Commodities: WTI in moderato recupero ieri. Secondo gli analisti il ritorno alla produzione iraniana sarà solo graduale e molto lento. La produzione sarà presumibilmente limitata a 300-500mila barili (in assenza di significativi investimenti esteri) e raggiungerà il mercato solo tra 6-12 mesi con l’implementazione del piano. L’oro non è riuscito a trarre vantaggio dalla lettura inferiore alle attese delle vendite al dettaglio americane.

Dati rilevanti di oggi: In UK disoccupazione di maggio. In Usa, prezzi alla produzione di giugno, indice Empire Manufacturing di luglio, produzione industriale di giugno. In Canada, decisione di politica monetaria della Banca Centrale (BOC).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Daily Market Report 15 Luglio 2015. Il bollettino dei mercati