Daily Market Report 13 Luglio 2015. Il bollettino dei mercati

Il commento e l'analisi quotidiana dei mercati a cura dell'Advisory di Cassa Lombarda

Cassa Lombarda

Azioni:  Le borse europee hanno archiviato la settimana in forte rialzo sulle aspettative che un accordo tra Grecia e creditori fosse ormai imminente. I rialzi sono stati superiori al 2% con maglia rosa Madrid in rialzo del 3,08%. Milano avanza del 3% netto con acquisti ancora concentrati sui bancari. Wall Street chiude euforica in scia ai rialzi europei ed asiatici. Nei prossimi giorni entra nel vivo la stagione delle trimestrali con i bancari e gli industriali.Dopo un lungo weekend di negoziati Grecia-Ue dove sono emerse enormi difficoltà e divergenze di vedute si intravede uno spiraglio di accordo a breve, le borse asiatiche hanno chiuso la prima seduta dell’ottava in netto rialzo guidate dai listini cinesi in rialzo di quasi il 3%. Tokyo avanza dell’1,5% con una seduta partita in netto rialzo che non ha mai cambiato direzione intraday. Positive le borse europee nei primi scambi mattutini.

Obbligazioni:  Dopo una apertura scintillante venerdì Btp e i titoli periferici hanno perso slancio chiudendo la sessione in frazionale rialzo. Pesanti vendite su titoli di stato core con il rendimento del Bund decennale in rialzo di 15bps intraday allo 0,88%. Secondo Moody’s anche qualora sia raggiunto un accordo politico per salvare Atene i rischi di esecuzione del salvataggio saranno elevati e le condizioni dei finanziamenti esterni saranno più difficili da assorbire a causa delle sfide politiche e sociali del paese. Stamane, dopo un weekend di negoziati sembrerebbe essere arrivata ad una svolta la trattativa inerente la permanenza di Atene nell’euro. In questi minuti sembrerebbe che l’accordo sia stato raggiunto, così twittano il premier belga Charles Michel e il presidente Tusk, senza però comunicare i dettagli dello stesso. Attesa stamane per le aste di medio-lungo del Tesoro che offre sino a €7,5 mld di titoli. Dopo una apertura in flessione per i titoli di stato della periferia europea, dopo la diffusione dell’indiscrezione che l’accordo Grecia-Ue sia stato raggiunto la situazione si è rovesciata con acquisti sulla periferia europea e vendite sui governativi core.

Forex:Dopo l’annuncio dell’accordo Grecia-Ue l’Euro si è rafforzato sino in area 1,12 per poi ritracciare in area 1,1150. JPY in rialzo in virtù dello status di asset rifugio. L’ottimismo per una soluzione della crisi greca ha spinto al recupero le valute ad alto rendimento quali Brl e Try.

Commodities:   In netta flessione il petrolio. A pesare è l’attesa per l’accordo sul nucleare iraniano, in seguito al quale Teheran potrebbe aumentare la quantità di greggio sul mercato.

Daily Market Report 13 Luglio 2015. Il bollettino dei mercati