Crisi greca e i timori sul debito pubblico affondano Piazza Affari

Milano in rosso dopo l'outlook negativo dell'agenzia di rating. Timori per le tenuta del debito greco

È in deciso calo Piazza Affari dopo la “bocciatura” di Standard&Poor’s che sabato 21 maggio ha rivisto da stabile a negativo l’”out look”, le prospettive del nostro Paese che sconta nelle attese di bassa crescita, sostiene l’ agenzia di rating, il rischio di paralisi politica. Nessun sollievo è arrivato con le dichiarazioni di Fitch e Moody’s, le altre due grandi agenzie di rating, che invece hanno confermato outlook e rating sull’Italia.
Il Ftsi Mib segna – 3,29, mentre l’All-share – 3,14.

L’euro è scivolato sotto quota 1,4 contro il dollaro per la prima volta in due mesi trascinato dai timori sul debito greco.
Ad Atene è atteso il via libera del Consiglio dei ministri alle nuove misure anti-crisi. Intanto i timori di un aggravarsi della situazione in Grecia mettono sotto pressione tutte le piazze europee. Londra segna -1,72%, Francoforte -1,82%, Parigi -1,93% a 3.913 e Amsterdam -1,69%.

Crisi greca e i timori sul debito pubblico affondano Piazza Affar...