Crisi greca, la paura dell’effetto domino manda le Borse in rosso

I timori di declassamento della Spagna affossano tutte le piazze

Mentre la Grecia scende in piazza contro i tagli, le Borse affondano e l’euro precipita.
Piazza Affari lascia sul terreno il 4,46%. Male anche le altre piazze: Parigi – 3,64%, Londra – 2,56%, Francoforte – 2,60%.

L’Unione sta preparando il salvataggio da 110 miliardi di euro, con il contributo dell’Fmi, a favore della penisola ellenica, e questa cerca di fare altrettanto suoi suoi impegni anti-deficit, mettendo in campo una manovra da 30 miliardi di euro prevalentemente di tagli alla spesa sui prossimi due anni.

Anche la Spagna è finita sotto le pressioni dei mercati, mentre si diffondevano timori di possibili nuovi declassamenti di rating da parte delle agenzie, anche se Moody’s, S&P e Fitch hanno decisamente smentito tale ipotesi

L’euro è finito a nuovi minimi da un anno a questa parte rispetto al dollaro, sotto quota 1,31, a 1,3066 rispetto alla divisa americana.

Per gli analisti restano forti diffidenze tra gli investitori sui piani di risanamento dei conti accettati da Atene in contropartita per gli aiuti di Ue e Fmi. Manovre tutt’altro che facili dovranno essere attuate anche da Spagna, Irlanda e Portogallo e i mercati rischiano di non calmarsi fino a quando non vedranno concreti segnali sul loro esito.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Crisi greca, la paura dell’effetto domino manda le Borse in ros...