Crisi, si ferma la crescita europea. Rischio nuova recessione

Negative le previsioni della Commissione europea. Il tasso di disoccupazione oltre il 10%

La ripresa dell’economia Ue “si è fermata”, il Pil è oggi stimato in stagnazione fino a buona parte del 2012. La crescita nell’Eurozona dovrebbe essere del +1,5% nel 2011, del +0,5% il prossimo anno e del +1,3% nel 2013, in calo dal +1,6 (2011) e +1,8% (2012) delle precedenti stime. E’ quanto rileva la Commissione europea nell'”Economic Forecast” di autunno. Nell’Ue a 27 il Pil dovrebbe aumentare dell’1,6, dello 0,6 e dell’1,5%, anche in questo caso inferiore alla precedente stima. L’Italia nel 2012 avrà una crescita economica quasi azzerata con un incremento del Pil limitato allo 0,1%, che salirà al +0,7% nel 2013.

“Le prospettive per l’economia europea sono negative. Queste previsioni sono un ultimo avvertimento, c’è il rischio di una nuova recessione a meno che non si agisca con determinazione”. Questo l’allarme lanciato dal commissario Ue agli Affari Economici, Olli Rehn, nel corso della conferenza stampa sulle stime economiche europee di autunno. “Bisogna ripristinare la sostenibilità fiscale e accelerare le riforme per aumentare il potenziale di crescita” ha ribadito Rehn.

Brutte notizie arrivano anche dal fronte lavoro. La disoccupazione rimarrà almeno al 10% fino al 2013: il tasso di disoccupazione nell’eurozona si attesterà al 10% nella media del 2011, al 10,1% nel 2012 e, senza politiche correttive, al 10% nel 2013. Secondo le previsioni di Bruxelles, nel 2010 il tasso è stato pari al 10,1%. Nell’Ue a 27 Paesi la disoccupazione si attesterà rispettivamente nei tre anni al 9,7%, al 9,8% e al 9,6%.

L’inflazione dell’area dell’euro sarà pari al 2,6% quest’anno, all’1,7% nel 2012 e all’1,6% nel 2013. E’ quanto stima la Commissione europea nelle previsioni d’autunno diffuse oggi, secondo le quali la corsa dei prezzi sarà più rapida nell’intera area dell’Ue: 3% nel 2011, 2% nel 2012, 1,8% nel 2013.

Crisi, si ferma la crescita europea. Rischio nuova recessione