Sabato senza corrispondenza postale

Durante il week end stop alla consegna di lettere, cartoline e pacchi

Trattativa in corso fra le Poste e i sindacati per dare il via a uno dei tagli più consistenti nella storia dell’azienda. Si discute della soppressione della consegna della corrispondenza nel giorno di sabato.

Già le attuali norme prevedono una simile possibilità. L’art. 4 del dlgs 261/91 stabilisce che: “Il fornitore del servizio universale garantisce tutti i giorni lavorativi, e come minimo cinque giorni a settimana: a) una raccolta; b) una distribuzione al domicilio di ogni persona fisica o giuridica”.

Dunque se il sabato sarà considerato festivo per gli utenti i disagi non saranno pochi. Soprattutto per quelli abbonati ai quotidiani, in pratica riceveranno il giornale il lunedì, con due giorni di ritardo.
La riduzione delle consegne ha una lunga storia. A partire dalla metà degli anni sessanta venne soppresso il recapito pomeridiano. La più recente rivoluzione risale al 2006, quando fu eliminata la distinzione tra posta ordinaria e posta prioritaria, dando luogo a un super aumento delle tariffe.

Sabato senza corrispondenza postale
Sabato senza corrispondenza postale