Coronavirus, Governo: verso chiusura Scuole e Università, in arrivo nuovo Dpcm

Allo studio anche un piano speciale per garantire lo svolgimento degli esami di maturità e disposizioni straordinarie per prorogare i concorsi pubblici

Una strada sicuramente complessa quella imboccata dal Governo che si avvia a disporre la chiusura immediata di scuole e università in tutta Italia fino a metà marzo per fronteggiare e cercare di contenere l’emergenza Coronavirus.  Questo l’orientamento emerso durante la riunione dell’esecutivo a Palazzo Chigi.

La decisione ufficiale è attesa però nel pomeriggio, come ha sottolineato la Ministra Azzolina  la quale ha precisato che si attende il parere del Comitato scientifico. La misura dovrebbe essere presa con un decreto in vigore da oggi.

NUOVO DCPM IN ARRIVO – All’interno dovrebbero trovare spazio alcune raccomandazioni valide in tutto il territorio nazionale: evitare, quando possibile, abbracci e strette di mano, e mantenere la distanza di un metro dalle altre persone, con invito alle persone che hanno oltre 75 anni e quelle che ne hanno più di 65 e sono ammalate  a non frequentare luoghi affollati. Al vaglio la possibilità di allargare la zona rossa.  Allo studio – come spiegato dal ministro della Salute, Roberto Speranza – anche il raddoppio dei posti in terapia intensiva e nei reparti di pneuomologia. Ancora da capire quali saranno, invece, le misure dell’esecutivo in campo economico, per arginare la crisi di alcuni settori chiave, delle quali si dovrebbe discutere domani in CdM. Nel frattempo, all’esame dei ministri competenti anche un piano speciale per garantire lo svolgimento degli esami di maturità e disposizioni straordinarie per prorogare i concorsi pubblici.

VERSO PARTITE A PORTE CHIUSE – Partite a porte chiuse? “Si va verso questo tipo di provvedimento”. Lo ha anticipato il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora uscendo dalla riunione di Palazzo Chigi. Intanto la Regione Emilia-Romagna comunica la positività di due assessori e il ministro Stefano Patuanelli è in auto-isolamento negli uffici del Mise.

OMS: TASSO MORTALITA’ 3,4%, PIU’ DI INFLUENZA – Il Coronavirus causa “una malattia più grave dell’influenza stagionale: a livello globale, circa il 3,4% dei casi riportati di Covid-19 è deceduto mentre l’influenza stagionale generalmente uccide molto meno dell’1% di quelli infetti”.

Lo ha sottolineato, nel corso della mattinata, l’Organizzazione Mondiale della Sanità spiegando che “mentre molte persone in tutto il mondo hanno accumulato immunità ai ceppi stagionali” questo “è un nuovo virus a cui nessuno è immune”. “Abbiamo vaccini e terapie per l’influenza stagionale, ma – ha aggiunto l’OMS – al momento non esiste un vaccino e nessun trattamento specifico per il Covid-19.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, Governo: verso chiusura Scuole e Università, in arrivo n...