Coronavirus, Emirates ti paga cure e quarantena se ti ammali in volo

Emirates pronta a pagare le cure mediche, la quarantena nell'hotel e persino il funerale a chi si ammala di Covid in viaggio

Turismo e viaggi sono tra i settori più colpiti dall’emergenza Coronavirus, per questo motivo, con il crollo dei voli e la crisi post pandemia, Emirates ha messo in atto una nuova strategia per far crescere la domanda dei passeggeri nel bel mezzo di una pandemia, ovvero: l’assicurazione Coronavirus.

Come funziona l’assicurazione Emirates

Se a uno dei suoi passeggeri Emirates viene diagnosticato il Covid-19 durante un viaggio, la compagnia aerea con sede a Dubai si occuperà di pagare le sue spese mediche, fino a 150 mila euro e riconoscerà 100 euro per ogni giorno di quarantena (in hotel) fino ad un massimo di due settimane. Nella peggiore delle ipotesi, inoltre, la compagnia è pronta anche a pagare fino a 1.500 euro per coprire le spese del funerale.

L’assicurazione copre i viaggi dal 27 luglio al 31 ottobre 2020, ed è valida per 31 giorni, che iniziano a decorrere dal momento in cui si è preso il primo volo con la compagnia. Per intenderci, per un viaggio andata – ritorno da una destinazione X ad una destinazione Y, i 31 giorni di copertura scattano al momento del primo volo da X a Y.

Non sono però coperti i costi del test sierologico e del tampone. Una volta avuti i risultati, infatti, i passeggeri devono contattare Emirates e avviare la procedure per ottenere l’approvazione al rimborso delle spese sostenute prima di pagarle.

La decisione di Emirates per fronteggiare la crisi

L’offerta è arrivata proprio a seguito di uno dei momenti più buii per Emirates. Dopo le restrizioni sugli spostamenti, infatti, la compagnia ha dovuto fare i conti con una profonda crisi, sopratutto perché alla modesta ripresa di alcuni viaggi regionali si è contrapposto il calo drastico dei voli a lungo raggio e internazionali (che sono le sue tratte principali).

La paura di contrarre il virus, tuttavia, non è l’unica cosa che spaventa i viaggiatori e limita i loro spostamenti internazionali. Le varie chiusure delle frontiere, le restrizioni di viaggio differenti da paese e paese e le regole sul periodo di quarantena (in alcuni casi obbligatorio in altri no), hanno reso i viaggi all’estero logisticamente difficili per molti. Allo stesso tempo, lo smart working e la cancellazione di molti eventi (spesso organizzati online) hanno eliminato la necessità di spostarsi.

L’assicurazione Coronavirus è fornita tramite NEXtCARE, fornitore Allianz specializzato in assicurazioni di viaggio. Emirates ha dichiarato che la copertura è gratuita e viene applicata automaticamente, non è necessaria alcuna registrazione.

“È un investimento da parte nostra, ma stiamo mettendo al primo posto i nostri clienti e crediamo che apprezzeranno questa iniziativa”, ha dichiarato il CEO di Emirates Group, lo sceicco Ahmed bin Saeed Al Maktoum in un comunicato stampa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, Emirates ti paga cure e quarantena se ti ammali in volo