Contro lo spreco alimentare arriva il supermercato che vende il surplus a metà prezzo

In tempi come i nostri l'attenzione allo spreco dovrebbe essere una priorità. In un supermercato il metà prezzo è diventata la strategia vincente contro lo spreco alimentare

Lo spreco di cibo che ogni anno viene prodotto è di proporzioni esorbitanti. Il problema è da considerarsi su larga scala e vede coinvolti specialmente quei paesi industrializzati e che hanno un’economia forte. Solo in Italia, si è calcolato che finiscono nella spezzatura circa 13 miliardi di cibo l’anno, se si ragiona in termini monetari. Molti Paesi stanno cercando delle soluzioni per ridurre questo fenomeno: il metodo migliore consiste nel cercare di smaltire tutto il cibo prodotto prima della data di scadenza, ma non è sempre semplice.

Ma quale è il motivo principale di tanto spreco? E soprattutto, in quale punto della filiera nasce e si sviluppa maggiormente il problema? Molti pensano che lo spreco di cibo, che poi finisce irrimediabilmente nei cassonetti dell’immondizia, sia dovuto ad una sovrapproduzione. In parte è vero, soprattutto se si considera che la previsione della domanda avviene su base statistica e si basa su molta incertezza. Ma gli scarti alimentari nascono anche in fase di trasformazione: questo perché i prodotti non perfetti vengono scartati, e se non sono in linea con gli standard di produzione, vengono eliminati in fase di confezionamento.

In Danimarca la lotta agli sprechi alimentari sta diventando una vera e propria necessità. La nazione è attualmente in prima linea per evitare di perdere inutilmente del cibo che può essere ancora consumato. Soprattutto se si considera che sono moltissimi i Paesi le cui popolazioni soffrono la fama. Per questo motivo, la terra della Sirenetta ha trovato una soluzione che permette ai meno abbienti di acquistare maggiori quantità di cibo, e in generale a tutti di contribuire alla battaglia per limitare la quantità di cibo che finisce ogni giorno nella spazzatura.

La soluzione si chiama Wefood: è un supermercato che è stato da pochissimo aperto a Copenaghen. La sua politica è una sola: smaltire il più possibile le eccedenze alimentari. E il modo in cui lo permette è davvero facile e viene incontro sia alle industrie alimentari, sia al bilancio delle famiglie: semplicemente vende a metà prezzo i prodotti che si stanno avvicinando alla data di scadenza e che, quindi, non potrebbero essere più commercializzati. Tale sistema viene già attuato in molti supermercati europei, dove alcune corsie sono dedicate alla vendita di prodotti in scadenza.

L’apertura del supermercato danese, gestito dalla Ong Folkekirkens Nødhjælp, è stata subito colta con entusiasmo da parte di tutta la popolazione di Copenaghen. Molti vedono questa soluzione come un modo positivo e politicamente corretto per affrontare il problema dilagante degli sprechi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Contro lo spreco alimentare arriva il supermercato che vende il surplu...