Conto corrente in posta o banca? Offerte a confronto

Scopri come scegliere tra un conto corrente posta o banca attraverso l’analisi comparativa delle soluzioni disponibili oggi. 

Quando si parla di conti correnti, è semplice pensare immediatamente alle differenze che ci possono essere tra la scelta della banca, oppure l’attivazione di un conto corrente postale

Si tratta di due diverse possibilità da considerare, che differiscono in termini di costi, gestione e possibilità: il numero di conti correnti bancari sarà sicuramente superiore in termini quantitativi. 

Nelle prossime righe metteremo a confronto il conto corrente in posta o in banca, al fine di offrire un’analisi quanto più possibile oggettiva, che aiuti a scegliere sia chi vorrebbe risparmiare sul costo del conto, sia chi vorrebbe attivarne uno per la prima volta, come per esempio un giovane. 

Scopri cosa scegliere tra conto corrente posta o banca

Conto corrente postale: come funziona

Poste Italiane offre diverse tipologie di conti correnti, che possono essere gestiti direttamente da remoto (si tratta dunque di conti correnti online). 

Per esempio, il conto BancoPosta prevede un canone mensile pari a 2 euro, in promozione a costo zero per i primi 12 mesi se sottoscritto entro il 31 dicembre 2022. Il conto si potrà aprire direttamente tramite app e sarà possibile scegliere tra:

  • opzione start Giovani, disponibile a 2 euro al mese;
  • opzione Start, con canone pari a 6 euro al mese;
  • opzione Medium, che prevede un costo pari a 7 euro;
  • opzione Plus, disponibile a 9 euro al mese. 

Sarà inoltre possibile ridurre il canone mensile fino ad azzerarlo. Per esempio, nel caso di Start Giovani si potrà:

  1. ridurlo al costo di 1 euro al mese accreditando lo stipendio o inviando un bonifico di almeno 700 euro al mese;
  2. pagando 1 solo euro se si è possessori di una carta prepagata Postepay Evolution;
  3. trasformarlo in un conto corrente zero spese nel caso in cui si fosse titolari di partita IVA e del conto BancoPosta Business Link. 

Rispettando altre condizioni specifiche, si potrà ridurre anche il costo delle versioni Start, Medium e Plus. 

Il conto BancoPosta di base permette di scegliere tra la versione standard e quella per pensionati: prevede un canone annuo di 30 euro, ma è gratuito con l’opzione pensionati, e permette di effettuare operazioni di incasso e pagamento. 

Nonostante le soluzioni di conti correnti proposte da Poste Italiane siano all’avanguardia e al passo con i tempi, prevedono comunque dei costi. È vero che esiste la possibilità di azzerarli, ma non sempre potrebbe essere sufficiente. 

Tra conto corrente posta o banca, scopri come risparmiare con un conto online

Conto corrente bancario: tra costi e commissioni

Passiamo dunque all’analisi dei conti correnti bancari, in particolare prendendo in considerazione l’evoluzione che li ha caratterizzati nel corso degli ultimi anni. Le banche tradizionali si sono evolute, proponendo i primi conti correnti online. Al contempo, si sono diffuse sempre di più le banche digitali

Questo processo, ha portato alla riduzione dei costi (non è infatti necessario avere o andare in filiale per poter sottoscrivere un conto corrente) e alla sempre maggiore diffusione dei conti online, anche tra le fasce di età non giovanissime (lo dimostra la presenza di conti correnti dedicati ai pensionati). 

Un conto online permette di risparmiare sul costo del canone mensile di gestione, ma anche sulle operazioni più comuni, come per esempio i bonifici (che si possono fare online a costo zero) o le commissioni sui prelievi di contante. 

Confronta i migliori conti correnti online del 2022

Trovare un conto online risulta più semplice anche grazie alla presenza di strumenti – i comparatori – che permettono di confrontare le soluzioni disponibili in pochi minuti e di farsi un’idea sui costi, i vantaggi e tutti i servizi inclusi – oltre che sulla sicurezza delle banche. 

Si potrà notare come esistano soluzioni dedicate ai giovani, che permettono di risparmiare ancora di più rispetto ai conti correnti standard per le altre fasce di età, oppure delle offerte dedicate a tempo, alcune anche con carta di credito inclusa a costo zero per 12 mesi. 

La facilità di richiesta di una carta di credito è un’altra delle specificità dei conti correnti online, che li rende delle soluzioni a basso costo, facili da gestire e molto utili anche per chi ha mai avuto un conto prima e si trova a fare i primi passi nel mondo della gestione monetaria. 

Quello che si consiglia di fare, dopo aver valutato tutti i costi che si potrebbero risparmiare o spendere con un conto corrente postale o uno bancario online, consiste nel leggere anche le recensioni disponibili online

Queste ultime rappresentano un ottimo punto di partenza, in quanto consentono di valutare anche altri aspetti, quali per esempio la presenza di eventuali malfunzionamenti periodici dell’applicazione, che oggi si utilizza sempre di più per la gestione del conto. 

Fortunatamente, non sono previste penali nel caso di chiusura del conto corrente dopo tempo: questo significa che, nell’ipotesi in cui non si dovesse essere soddisfatti della propria scelta, si potrà comunque tornare indietro.