Ue, primo sì a procedura d’infrazione contro Italia. Juncker: “Può durare anni”

Italia sempre più esposta a procedura di infrazione, arriva l'ok dei tecnici UE. L'avvertimento di Juncker

(Teleborsa) – Strada sempre più in salita per il nostro Paese con Bruxelles che stavolta sembra aver scelto la strada della linea dura.

Il Comitato Economico Finanziario, l’organismo che riunisce i rappresentanti dei Governi dell’UE, ha adottato il rapporto sull’Italia confermando il parere della Commissione secondo cui la procedura per deficit eccessivo “è giustificata”.

JUNCKER AVVISA L’ITALIA – “Pensiamo che l’Italia si stia muovendo in una direzione sbagliata, quindi dobbiamo prendere decisioni rilevanti in questo campo. Penso che il paese corra il rischio di restare intrappolato per anni in una procedura per deficit eccessivo, e vorrei evitarlo, ma questo dipenderà dagli impegni che il Governo italiano prenderà. Lo ha detto il Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker in un’intervista a Politico.eu.

“L’Italia è l’Italia e ha i problemi dell’Italia, diversi dai problemi degli altri paesi, ma simili sotto certi aspetti – ha aggiunto – stiamo introducendo queste misure di flessibilità” e “il riconoscimento delle riforme strutturali, tenendo conto dei problemi dei cicli economici, dei terremoti e di altri problemi”, ha precisato Juncker.

Il Presidente della Commissione ha poi aggiunto: “Ma nessuno in Italia lo sa perché il Governo italiano dà l’impressione che la Commissione sia contro il Sud Europa e questo è sbagliato”.

Alla domanda se l’Italia rappresenti una minaccia per la stabilità finanziaria dell’Europa, ha risposto: “Non ancora”.

Ue, primo sì a procedura d’infrazione contro Italia. Juncker: &...