Bruxelles fa retromarcia e grazia l’Italia. Conte assicura: “Flat tax si farà”

"Siamo molto desiderosi di realizzare un’ampia riforma fiscale, soprattutto una riforma che consentirà di alleggerire il peso fiscale a beneficio delle famiglie italiane e delle imprese", ha detto il Premier, soddisfatto per aver scongiurato la procedura d'infrazione

Dopo giorni di tensione e al termine di un serrato braccio di ferro tra Roma e Bruxelles, il Governo può tirare un sospiro di sollievo: niente procedura di infrazione nei confronti del nostro Paese per via dell’alto debito.
Questa la decisione della Commissione europea, resa nota ieri dopo la riunione indetta del collegio dei commissari a Bruxelles.

Ha dunque funzionato il “pacchetto anti- infrazione” messo a punto dal Governo per convincere l’esecutivo comunitario a fare dietro front.

Il commissario agli Affari economici Pierre Moscovici ha affermato che, grazie alle misure di assestamento,l’Italia rispetta gli impegni presi sui conti pubblici nel 2019 ed ha aggiunto “pensiamo che sarebbe controproducente chiedere al Paese di fare di più”.

Moscovici, si dice soddisfatto della risposta avuta da Roma: “Avevamo posto tre condizioni: dovevamo compensare lo scarto per il 2018, quello del 2019 da 0,3 e ottenere garanzie sul bilancio 2020. Il Governo ha approvato un pacchetto che risponde alle nostre tre condizioni”.
.
A dire il vero, nelle ultime ore, filtrava ottimismo come avevano ampiamente lasciato intendere sia il Premier Conte che il Ministro dell’Economia Tria, tornati dal G20 di Osaka con le valigie cariche di fiducia. 

Scampato il pericoloso, in casa gialloverde è ora di riprendere il cammino delle riforme. In cima alla lista, sollecitata dal Vicepremier Salvini, c’è la Flat Tax alla quale il leader leghista non ha alcuna intenzione di rinunciare. Anzi, parola d’ordine: accelerare. 

CONTE ASSICURA: FLAT TAX SI FARA’ – “Sulla riforma fiscale “stiamo già lavorando: vogliamo fare la flat tax, stiamo facendo una manovra economica avvantaggiandoci con i tempi. Siamo molto desiderosi di realizzare un’ampia riforma fiscale, soprattutto una riforma che consentirà di alleggerire il peso fiscale a beneficio delle famiglie italiane e delle imprese. L’obiettivo sarà che paghino tutti ma paghino meno quindi dovremo anche realizzare un piano che costringa gli evasori a rientrare in chiaro”, fa sapere il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nel corso di una intervista al Tg1.

“ECONOMIA SOLIDA, AVANTI CON FIDUCIA” – Il mancato avvio della procedura di infrazione, ha aggiunto, “è un grande risultato per l’Italia, che ha avuto il riconoscimento che merita. Questo dimostra anche la serietà e la credibilità del nostro Paese e la responsabilità dei governanti”.“La nostra economia – ha concluso – è solida, lo spread cala, i nostri conti sono in ordine: ci sono tutti i presupposti per proseguire con fiducia per tutelare e realizzare gli interessi dei cittadini italiani”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bruxelles fa retromarcia e grazia l’Italia. Conte assicura: &#82...