Conti correnti: così aumentano i costi dal 1° ottobre

Ad aumentare saranno anche i conti correnti online, alcuni dei quali finora a canone zero

Come anticipato nelle scorse settimane, è in arrivo una letterale stangata sui conti correnti dei risparmiatori italiani. Dal 1° ottobre diverse banche introdurranno nuove spese per il cliente alzando i costi di gestione, quelli per le operazioni e i prelievi allo sportello. Ssecondo le stime dello Studio cataldi, fino a ben 4 euro per un’operazione allo sportello, a 2 euro per l’invio dell’estratto conto e a 35 euro per l’apertura di un conto online dalla filiale fisica”.

Un vero e proprio salasso per il titolare del conto, con variazioni dei costi che, continua Studio Cataldi, “riguarderanno il 12,5% delle banche e toccheranno prelievo contante allo sportello, movimenti allo sportello, bonifici disposti in filiale, costo per ogni utenza domiciliata in banca”.

Ma non finisce qui. Ad aumentare saranno infatti anche i conti correnti online, alcuni dei quali finora a canone zero: per gli istituti di credito attivi sostanzialmente sul web, le variazioni di costo riguarderanno “ogni utenza domiciliata, prelievo Atm su propria banca, altra banca e prelievo in un altro paese dell’Unione”.

In collaborazione con Adnkronos

Leggi anche:
Dal 1° ottobre costi in aumento e stangata sui conti online
Pagamenti con carte e bancomat, si cambia: arriva il tetto sulle commissioni
Banche, arriva il bonifico istantaneo: trasferire denaro costa di più
Soldi in banca: il vademecum per proteggerli ed evitare truffe

Conti correnti: così aumentano i costi dal 1° ottobre